KRT Wanderlust apre a Napoli al quartiere Chiaia

informareonline-krt-wanderlust-5

Quest’anno ridisegniamo il futuro: è in questa direzione, con spirito positivo e propositivo, che nei primi giorni di luglio ha aperto a Napoli con una start up di giovani imprenditori il primo store KRT Wanderlust, laboratorio specializzato nella produzione e vendita di dolciumi ungheresi.

Di cosa si tratta? chiediamo ai due giovani soci, Fabio e Salvatore:

KRT sta per Kurtos o Kürtőskalács dolce tipico ungherese, mentre Wanderlust è la malattia del viaggio (dal tedesco “desiderio di vagabondare” n.d.r.). Il progetto è nato quattro anni fa durante un viaggio in Ungheria. Fabio ha parlato di questa ricetta con Salvatore, e i due si sono appassionati, hanno studiato, hanno messo su carta e individuato un percorso per proporre in Italia questo dolce tradizionale. E così, scelto il quartiere chiaia, formulato un logo, selezionati alcuni prodotti e bevande a corredo importati da Salvatore, più specializzato almeno in fase iniziale su questo ambito, hanno inaugurato all’indomani dei mesi di chiusura il loro primo store Krt Wanderlust.

Cos’è il Kurtos?

Il Kurtos per via della sua forma cilindrica viene anche definito camino dolce o torta a camino, oppure banalmente corno perché costruito originariamente da corna di animali. Cotti su di uno spiedo cilindrico che ruota all’interno di un forno, i Kurtos sono dolci originari della Romania e ormai tipici dell’Ungheria, noti per essere il dolce più vecchio di tutta l’Ungheria. Ma li troviamo in vendita anche a Praga, Vienna, in Polonia. Il nome per esteso è kürtőskalács e vengono venduti nelle pasticcerie, nelle fiere e in alcuni mercatini, oppure nelle piazze dove i venditori li preparano al momento.

Quali sono gli ingredienti?

I Kurtos sono fatti di sfoglia lievitata, arrotolata attorno ad un cilindro di legno sul quale avviene la cottura. La sfoglia viene successivamente ricoperta di zucchero o di cannella, e riempita di crema di pistacchio, di cioccolato, nutella o di crema biscoff Lotus. Lo zucchero sulla superficie del kürtőskalács è caramellato in modo da ottenere un dolce con la crosta croccante. La forma a cono è una variante che consente di riempire il kurtos con il gelato, oppure con la frutta.

E’ stata prevista anche una formula salata ed è disponibile presso lo store anche una versione vegana, senza uova e senza latte.

KRT Wanderlust ha aperto le sue porte nel vicoletto Belledonne a Chiaia, unica sede a Napoli, e virtualmente su facebook alla pagina krtwanderlust. Lo store si distingue anche per la vendita di bevande di importazione, tutte ricercatissime come la bevanda al latte al gusto m&m’s arachidi oppure cioccolato, o la texana dr Pepper, o le birre Jack Daniel’s.

Insomma, una novità molto originale condita con l’entusiasmo di due imprenditori trentenni, che hanno lavorato sul progetto di una bella start up, per “addolcire” le vie della movida napoletana.

di Mina Grasso

 

 

Print Friendly, PDF & Email