Cinema

Hollywood dice addio all’attore Donald Sutherland

Ludovica Palumbo 22/06/2024
Updated 2024/06/21 at 10:27 PM
3 Minuti per la lettura

Lutto nel mondo di Hollywood, Donald Sutherland muore all’età di 88 anni. Malato da tempo, l’attore si è spento nella giornata di giovedì 20 giugno. «Con il cuore pesante, vi dico che mio padre, Donald Sutherland, è morto. Personalmente lo ritengo uno degli attori più importanti della storia del cinema. Mai scoraggiato da un ruolo, buono, cattivo o brutto. Amava ciò che faceva e faceva ciò che amava, e non si può mai chiedere di più. Una vita ben vissuta», sono le parole del figlio. Vediamo insieme la carriera di un attore che ha fatto la storia di Hollywood.

Donald Sutherland, i grandi successi dell’attore

I più giovani lo ricorderanno come il cinico Presidente Snow della saga di Hunger Games ma, nel panorama di Hollywood, Donald Sutherland è stato molto di più.

All’età di 33 anni, dopo una serie di piccoli ruoli, inizia ad emergere ottenendo una parte nel celebre Quella sporca dozzina di Robert Aldrich, raggiungendo poi poco dopo il successo con M*A*S*H di Robert Altmam, film che si aggiudicò un premio Oscar e la Palma d’Oro a Cannes. Federico Fellini diede via poi al rapporto d’amore tra l’attore ed il cinema italiano scegliendolo per interpretare un ruolo nel noto Il Casanova di Federico Fellini. Ed ancora poco dopo l’altro noto regista Italiano Bernardo Bertolucci lo coinvolse nel suo Novecento.

Sutherland ha interpretato il professor Dave Jennings in Animal House ed affiancato in Rivelazioni Michael Douglas e Dustin Hoffman in Virus letale. Ma è con la saga di Hunger Games che conquista definitivamente tutti interpretando dal 2012, fino alla fine della saga, la figura del tanto controverso Presidente Snow.

Arrivano nel tempo anche importanti riconoscimenti. Nel ’95 vince un Golden Globe ed un Emmy per il film Cittadino X, per poi ricevere l’ambita statuetta nel 2018 aggiudicandosi l’Oscar alla carriera.

In tantissimi si sono stretti a familiari e amici, da Will Smith a Billy Baldwin, fino ad arrivare al regista Ron Howard, che ne parla come «uno degli attori cinematografici più intelligenti, interessanti e avvincenti di tutti i tempi. Gamma incredibile, coraggio creativo e dedizione nel servire la storia e il pubblico con suprema eccellenza». 

Condividi questo Articolo
Lascia un Commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *