Break Napoli, una notte d’Arte in città

437

Una notte per abbattere e oltrepassare i muri, distruggere le differenze, esaltare l’uguaglianza per raggiungere una totale inclusione, questo è il tema e l’obiettivo prescelto per la settima edizione della Notte D’arte, a Napoli.

Parliamo di un evento organizzato e promosso dalla Seconda Municipalità, che avrà luogo sabato 14 dicembre 2019, dalle ore 17:00.
Francesco Chirico, Presidente della Seconda Municipalità, soddisfatto afferma:

“Napoli, da città di artisti, mette a disposizione i propri mezzi, in un momento storico non semplice, in cui il messaggio di inclusività non rappresenta solo un valore, ma un vero e proprio dovere”.

Quei valori per i quali non è importante il colore della pelle. La provenienza, gli usi, i costumi, tradizioni diverse, dovrebbero essere motivo di arricchimento culturale, e non causa di fratture sociali. Ad oggi questi valori non sono molto popolari, ed è per questo che è fondamentale sensibilizzare i giovani con iniziative di questo tipo.

Si occuperà della direzione artistica dell’evento, Gianfranco Gallo, attore e regista napoletano. Inoltre ritroviamo la figura di Marino D’Angelo, che occupandosi anche lui della creazione e realizzazione della settima edizione della Notte D’arte spiega:

“Abbiamo raccolto adesioni da parte di enti anche internazionali che hanno immediatamente sposato il nostro progetto, per testimoniare l’impegno per un mondo che riconosca nella diversità un valore, che metta allo stesso passo l’innovazione tecnologica e quella sociale, che assicuri la dignità della persona”.

Assisteremo quindi ad una vera e propria “Notte D’arte”, anche riconosciuta sotto il nome di “Break Napoli”. La terra partenopea abbatterà nuovamente gli stereotipi e i pregiudizi esaltando l’uguaglianza, attraverso musica, open stage e visite guidate. Una giornata da non perdere dedicata alla valorizzazione sociale e culturale della città.

 

Di Clara Gesmundo

Print Friendly, PDF & Email