informareonline-scrutini quirinale corsa al colle

SPECIALE QUIRINALE – Per gli scrutini della seconda giornata un’altra fumata nera

Iolanda Caserta 25/01/2022
Updated 2022/01/25 at 8:31 PM
2 Minuti per la lettura

Col senno di poi, potevamo aspettarci questo risultato anche dagli scrutini di oggi. La seconda giornata della Corsa al Colle è giunta al termine con un’altra fumata nera. Come ieri, non è stato nuovamente raggiunto il quorum di 673 voti al Quirinale. Il terzo scrutinio si terrà in seduta domani 26 gennaio, a partire dalle ore 11:00.

Tra le votazioni rispuntano i nomi di Alberto Angela e Amadeus, affiancati da Nino Frassica, Alberto Torregiani, Enrico Ruggiero e addirittura Claudio Baglioni.

ECCO I VOTI:

Schede bianche: 527

Schede nulle: 38

Voti dispersi: 125

Maddalena: 40

Mattarella: 39

Tondo: 18

Cassinelli: 17

Rosato: 14

Bassi: 12

Cartabia: 8

Giorgetti: 8

Berlusconi: 7

Moles: 7

Carpato: 4

Draghi: 4

Ma la ricerca di soluzioni non si blocca, infatti è stato proprio Letta a confermare che domani potrebbe essere una giornata chiave per gli scrutini. «Chiudiamoci in una stanza e buttiamo via le chiavi fino a quando arriviamo a una soluzione» ha annunciato.

Le candidature del Centrodestra

Alle 16:30 di oggi è iniziata la conferenza stampa del Centrodestra a Montecitorio, a cui hanno presenziato Giorgia Meloni e Matteo Salvini. Sono state presentate le candidature decise nel corso del vertice con i leader della coalizione: Letizia Moratti, Carlo Nordio, Marcello Pera.

Giuseppe Conte, Enrico Letta e Roberto Speranza hanno firmato una nota congiunta a riguardo: «Non riteniamo che sui nomi del Centrodestra possa svilupparsi quella larga condivisione. Nella giornata di domani proponiamo un incontro tra due delegazioni ristrette in cui porteremo le nostre proposte».

I dubbi su Mario Draghi

Sulla probabilità che Draghi salga come prossimo Presidente, Giuseppe Conte esprime il proprio parere: «Abbiamo affidato al timoniere una nave che è ancora in difficoltà ma non ci sono le condizioni per cambiare e il timoniere non può lasciare».

Condividi questo Articolo
Lascia un Commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.