Pubblicità

Non ce la fa il Napoli ribaltare il risultato dell’andata, finisce 2-1 ma non basta a qualificarsi per gli ottavi di Europa League

Si ferma stasera il cammino del Napoli in Europa League, vince ma non basta a qualificarsi. Partita estremamente nervosa densa di cartellini gialli, tensione al limite e molte scaramucce in campo. Certamente sentita da entrambe le squadre, i ragazzi azzurri hanno lasciato che la tensione e le provocazioni degli spagnoli in alcuni momenti prevalessero sulla lucidità che invece occorreva.

Unica nota positiva, il ritorno di Mertens in campo. Finalmente una buona notizia dopo la sfilza di infortuni che ha segnato il percorso dei partenopei. Stasera c’è poco da recriminare se non la mancata qualificazione, il Napoli è subito passaggio in vantaggio e il pareggio (che ha pregiudicato alla fine il risultato) è arrivato su una respinta. In campo si è vista una reazione, sprazzi di gioco ragionato e  soprattutto tanto sacrificio. Forse è mancata anche la continuità delle azioni ma questo è stato dovuto in gran parte alle perdite di tempo del Granada. Ne parla Gattuso ed alza la voce chiedendo maggiore rispetto in campo per le italiane “Se l’avesse fatto una squadra italiana ci avrebbero massacrato sui giornali”.

Pubblicità

Ancora si lotta contro errori personali, non potendo più giustificare con la mancanza di conoscenza tra i giocatori potremmo appellarci alla fatica di giocare ogni tre giorni. Ma non siamo gli unici a doverlo fare e questo calendario di gioco viene imposto dalle necessità.

Le nostre pagelle:

Meret 5.5 – Non che sia stato così coinvolto, ma sull’unico gol spagnolo non ha neanche accennato la parata

Maksimovic 4 – La testa tra le nuvole e erroraccio che porta al gol il Granada. Davvero troppo incostante.   Dal 1′ s.t. Ghoulam 5,5 – Segnali di ripresa e momenti di gioco efficaci. Serve maggiore continuità

Koulibaly 5.5 – Il nervosismo lo spinge troppo avanti in più di un’occasione, qualche errore di troppo.

Rrahmani 5,5 – Sicuramente il migliore del reparto difensivo. In crescita.

Di Lorenzo 6 – Lotta  si fa vedere spesso in avanti. Ci si aspetterebbe qualcosa in più date e sue qualità.

Fabian 6,5 – Segna il gol del 2-1, spreca in qualche occasione ma certamente una buona prestazione la sua.

Bakayoko 5 – Forse un po’ meglio delle ultime prestazioni, ma ancora tanti errori e soprattutto tanta lentezza nella reazione e nel recupero.

Elmas 5 – In posizione di quinto di centrocampo non è a suo agio e si vede dagli errori che ha fatto. Dal 15′ s.t. Mertens 6 – E’ tornato in campo carico, ma per il pieno recupero occorrerà aspettare.

Zielinski 6,5 – L’anima di questa squadra ed il suo gol è una perla di tecnica e intelligenza calcistica. Stasera è mancato il pieno supporto della squadra.

Politano 5 – Corre e si sacrifica ma è poco efficace in fase offensiva. Serve maggiore lucidità nella fase conclusiva.

Insigne 5.5 – Stasera sarebbe servito un capitano per 90 minuti ma gli è mancata la lucidità necessaria.  In campo le sue solite giocate ma è mancata la precisione.

Gattuso 5 – Gli è mancato il coraggio di osare fino in fondo. Ha schierato un undici particolare, in piena emergenza avrebbe potuto buttare dentro un po’ di freschezza. Questi ragazzi non faranno minutaggio ed esperienza seduti in panchina. Se non ci provi neanche a sfruttare ciò che hai, serve davvero a poco lamentarsi delle assenze che ti limitano il gioco.

 

Print Friendly, PDF & Email
Pubblicità