Primi applausi per “Costellazioni” al Teatro Civico 14

Gianrenzo Orbassano 27/12/2022
Updated 2022/12/27 at 3:50 PM
4 Minuti per la lettura

La quattordicesima stagione teatrale del Teatro Civico 14 di Caserta, prosegue il suo cammino anche durante le festività natalizie. In cartellone, dal 26 fino al 30 Dicembre, c’è “Costellazioni“.

Si tratta di una nuova produzione di Mutamenti/Teatro Civico 14, testo dello sceneggiatore e drammaturgo britannico Nick Payne con la regia di Roberto Solofria che troveremo in scena insieme a Ilaria Delli Paoli. C’è tempo fino al 30 Dicembre per assistere allo spettacolo. Per conoscere gli orari e tutte le informazioni utili per prenotare il tuo biglietto, ti consigliamo di andare sul sito del Teatro Civico 14.

Ma di che cosa parla Costellazioni?

Nella serata di ieri, al debutto assoluto dello spettacolo, i primi applausi per l’opera teatrale. Ma di che cosa parla Costellazioni? Constellations” – così il titolo originale del testo di Payne – è un’opera teatrale che debuttò a Londra nel 2012. Il dramma non segue una trama lineare ed è il racconto di una relazione tra Roland, un apicoltore, e Marianne, una fisica ricercatrice. Marianne è una studiosa della teoria delle stringhe, interessata alla fisica quantistica riguardante l’interpretazione a molti mondi: questa teoria consiste nel pensare che ciò che facciamo o non facciamo, potrebbe essere fatto o non fatto allo stesso modo o in modo diverso in infiniti universi paralleli.

La struttura della pièce segue il modello di questa teoria, presentando molteplici volte la stessa scena in maniere diversa, ipotizzando diverse reazioni, cause e conseguenze rappresentate dagli attori in scena. Una storia, quella Roland e Marianne, che vuol raccontare anche di un tema assolutamente contemporaneo su cui c’è un acceso dibattito giuridico e sociale come quello del suicidio assistito.

Illustrazione di Francesco Zentwo Palladino

Roberto Solofria scrive sull’opera di Nick Payne portata in scena al Teatro Civico 14

Nelle note di regia, Roberto Solofria scrive quanto segue: “Il concetto di multiverso è al centro del testo di Nick Payne, ma multiverso può essere anche metafora di possibilità. “Costellazioni” ci ha posto davanti ad una semplice, ma intramontabile domanda: Cosa sarebbe successo se…? Ecco che allora si declina, sulla scena, il rapporto tra un uomo e una donna nelle sue infinite possibilità. La scelta di lavorare a questo testo nasce dalla necessità sempre più forte, sia come regista che come attore, di avvicinarmi alla drammaturgia contemporanea.

Costellazioni si presenta apparentemente come un testo semplice, lineare nel suo non esserlo affatto: ogni situazione è ripetuta più volte a seconda delle sue possibilità di sviluppo. Ma è proprio questa semplicità a mettere continuamente alla prova gli attori in scena. Una regia essenziale e una scena minimale per accogliere il pubblico nel vortice, a volte destabilizzante, a volte commovente, di due vite che – a quanto pare – sono destinate ad incontrarsi, qualunque sia l’universo che le ospita“.

Informazioni utili

Costellazioni

di Nick Payne
con Roberto Solofria e Ilaria Delli Paoli
progetto sonoro Paky Di Maio
regia Roberto Solofria
traduzione Valerio Piccolo
aiuto regia Daniela Quaranta
impianto scenico Nicola Bove e Vincenzo Leone
assistente alla regia Maria Chiara Cecere
costumi Alina Lombardi
illustrazione Francesco Zentwo Palladino
produzione Mutamenti/Teatro Civico 14

Orari Spettacoli


Martedì 27 dicembre ore 21.00
Mercoledì 28 dicembre ore 21.00
Giovedì 29 dicembre ore 20.00
Venerdì 30 dicembre ore 20.00

Condividi questo Articolo
Lascia un Commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *