informareonline-notre-dame-de-paris-venti-anni-di-storia-al-teatro-palapartenope

Notre Dame de Paris: venti anni di storia al Teatro Palapartenope

Valeria Marchese 25/10/2022
Updated 2022/10/26 at 6:15 PM
4 Minuti per la lettura

Notre Dame de Paris festeggia il suo ventesimo compleanno in tour con il cast originale. Lo spettacolo, curato dalle musiche di Riccardo Cocciante, compie vent’anni sulla scena teatrale e porta sulle spalle il merito di essere uno dei musical che non ha mai smesso di commuovere e appassionare gli spettatori.

La musica, le coreografie e la sceneggiatura riportano nuovamente a teatro il dramma ispirato all’omonimo libro di Victor Hugo. È ritorno del cast originale a rendere davvero uniche le date in tutti i teatri.

Il tour, annunciato proprio in occasione del ventennale, farà tappa a Napoli dal 24 al 30 Ottobre 2022 presso il Teatro Palapartenope. La città partenopea è la tappa di un tour che dura da quasi un anno e continuerà fino a gennaio 2023, che ha visto l’intero cast esibirsi a Milano, Firenze, Roma e altre città d’arte italiane.

Notre Dame de Paris: uno spettacolo da vedere almeno una volta nella vita

Una storia che attraversa le barbarie e la crudeltà umana e giunge infine all’amore, colleziona ben 1471 repliche e oltre 4 milioni di spettatori in due decadi di storia italiana dello spettacolo. I protagonisti del cast originale sono Giò Di Tonno e Lola Ponce, rispettivamente nel ruolo di Quasimodo ed Esmeralda.

L’amore si articola nelle sue varie forme di espressività attraverso gli amatissimi protagonisti: la gitana Esmeralda, intorno alla quale girerà l’amore di tre uomini: Quasimodo, Febo (Graziano Galatone), capitano delle guardie del re, combattuto tra l’amore per il fascino straniero di Esmeralda e quello della sua promessa sposa, Fiordaliso (Claudia D’Ottavi) e l’arcidiacono Frodo (Vittorio Matteucci). Una storia di passioni dove il riscatto personale e il senso della giustizia trionferà.

Il ruolo del fato coincide con la teoria della predestinazione. La natura umana è nuda dinnanzi alle sue più grandi debolezze, la follia si sostituisce alla razionalità in un ciclo carnevalesco che inizia in burla e termina in rivolta popolare.

La debolezza umana è rappresentata da Esmeralda, il volto che assume la passione e che fa cadere a sé anche gli uomini più rigidi. Una caduta che, sotto le vesti di infatuazione, cela in realtà il crollo di tutte le certezze fino ad allora portate avanti dall’individuo. L’amore si declina in tradimento, devozione, ossessione, complicità, ma ha sempre un unico esito: affermarsi e propagarsi in tutta la sua potenza. 

Attraverso le eccelse voci dei protagonisti, ripercorriamo il tempo delle cattedrali che toccano le stelle, dell’uomo che si fa imprenditore e architetto della sua vita, in realtà dominata da influenze maggiori che non può controllare. 

La scenografia arricchisce le note di questo spettacolo, crea contrasti tra l’interiorità dell’uomo e quello che avviene all’esterno. Mette a nudo sentimenti e costruisce un ambiente teatrale dove i protagonisti si muovono in relazione ad esso. L’intensità e l’utilizzo ottimale della luce crea ombre perfette nelle situazioni di tensione, dove arriva dritto al cuore tutta l’angoscia dei protagonisti.

Non c’è altro da aggiungere, Notre Dame de Paris è un musical da vedere almeno una volta nella vita. Questo momento è arrivato adesso a Napoli, con la presenza di tutto il cast originale per vivere un’emozione teatrale unica.

Condividi questo Articolo
Lascia un Commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *