Ex asilo filangieri

Napoli, attacco neofascista contro l’ex asilo Filangieri

Ciro Giso 19/09/2022
Updated 2022/09/19 at 1:29 PM
2 Minuti per la lettura

La scorsa mattina uno dei centri sociali più frequentati a Napoli, l’ex asilo Filangieri, è stato preso di mira da atti vandalici di matrice neofascista. Svastiche sui muri e all’ingresso dell’edificio sito nel centro storico, oltre alla forzatura del portone dell’ingresso e del refettorio.

Attacco all’Ex Asilo Filangieri: la condanna del movimento napoletano

Ad annunciare l’attacco gli attivisti del centro sociale attivo dal 2012, che hanno trovato all’alba di domenica scorsa svastiche e disegni vandalici. «La scorsa notte l’Asilo è stato vittima di un’altra aggressione, vile e dalla chiara identità politica» hanno annunciato i ragazzi con un comunicato. «Sono state disegnate varie svastiche sulle pareti del primo piano, del piano terra, dello scalone monumentale. C’è stata la forzatura del portone di ingresso e del refettorio».

L’Asilo è l’ultimo di una lunga serie di centri sociali attaccati dal vandalismo neofascista, come ad esempio il CSA Jan Assen di Salerno, attaccato lo scorso Marzo. O la Casa del Popolo Civico 7, che nel 2020 è stata presa di mira con simili graffiti fascisti. Per non parlare, invece, delle aggressioni fisiche verso persone inermi, donne, studenti e lavoratori.

Lo hanno sottolineato anche i ragazzi del centro culturale: «questa azione filo nazista non colpisce solo l’asilo, ma tutta la città. È un avvertimento agli spazi sociali, ai beni comuni, alle associazioni e gruppi che qui come altrove lottano per creare spazi sicuri per accogliere i più deboli. Non si può e non si deve tacere. Bisogna agire».

Gli attivisti dell’Asilo hanno indetto un’assemblea pubblica e aperta a tutti e tutte per oggi, lunedì 19, alle ore 19. Per convocare, insieme, una mobilitazione antifascista il prossimo giovedì 22 settembre.

Condividi questo Articolo
Lascia un Commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.