microsoft chatgpt

Microsoft vuole investire 10 miliardi di dollari in ChatGPT

Donato Di Stasio 13/01/2023
Updated 2023/01/13 at 12:17 PM
2 Minuti per la lettura

Microsoft, multinazionale fondata da Bill Gates, ha intenzione di investire 10 miliardi di dollari in ChatGPT, il software di intelligenza artificiale messo a punto e lanciato da OpenAi nel novembre dello scorso anno. L’indiscrezione è arrivata direttamente da Bloomberg dopo la notizia della testata Semafor, la quale ha annunciato un pacchetto di investimenti da circa 30 miliardi pronto per l’organizzazione creata nel 2015 da Elon Musk e Salt Altman.

Microsoft: la multinazionale fondata da Bill Gates vuole acquisire OpenAi

Secondo le anticipazioni pubblicate da Bloomberg e Semafor, l’obiettivo di Microsoft non sarebbe solo quello di investire l’ingente somma di denaro, ma anche acquisire circa la metà delle azioni di OpenAi, cioè il 49%. Il colosso informatico di Gates, che al momento possiede il 4% delle azioni totali, dovrebbe ottenere il 75% dei profitti di OpenAi fino al raggiungimento della cifra dell’investimento e poi diventarne co-proprietario insieme agli altri azionisti.

I 10 miliardi di dollari di Microsoft sono puntati su ChatGPT, prototipo di chatbot che nel giro di cinque giorni dal suo debutto nel novembre 2022 avrebbe già conquistato 1 milione di persone, almeno secondo quanto affermato da Altman. Il fondatore di OpenAi ha dichiarato che “è un errore fare ora affidamento su ChatGPT per qualcosa di importante. Ma è un’anteprima del progresso; abbiamo molto lavoro da fare su robustezza e veridicità”.

ChatGPT: che cos’è il nuovo software di OpenAi seguito da Microsoft

ChatGPT è un software di intelligenza artificiale e machine learning (apprendimento automatico della macchina) specializzato nella conversazione e interazione con un utente umano. La chatbot darà l’opportunità ai soggetti che la acquisteranno di entrare in contatto e comunicare con una sorta di umanoide, posizionato dietro lo schermo del proprio smartphone o pc e in grado di sviluppare risposte e testi avanzati. Questo tipo di software, basato come detto sull’apprendimento automatico, potrà acquisire conoscenze e fatti direttamente dal suo interlocutore umano, immagazzinando informazioni e dati nella sua infinita memoria.

Condividi questo Articolo
Lascia un Commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *