informareonline-look

MARATONA SANREMO 2022 – Tutti i look della quarta serata

Chiara Del Prete 05/02/2022
Updated 2022/02/05 at 5:01 PM
5 Minuti per la lettura

Ci siamo quasi, manca poco all’ultima puntata del Festival sanremese dispensatore di belle canzoni, abiti meravigliosi e abbinamenti sbagliati. Le scommesse sui papabili vincitori sono in corso ma nel frattempo torniamo a ieri, o forse sarebbe meglio dire a stanotte e alle rappresentazioni stilistiche tramutate nelle voci degli artisti italiani. Per la serata dedicata a cover e duetti c’è stato qualche ospite in più, esaminiamo nel dettaglio partecipanti in gara e accompagnatori cos’hanno scelto d’indossare.

Il padrone di casa, Amadeus, continua la carrellata firmata Gai Mattiolo e ci si chiede come non sia stufo di giacche scintillanti o con dettagli glitter. Al fianco del presentatore nella serata di ieri c’era Maria Chiara Giannetta, l’attrice in veste di co-conduttrice ha illuminato il palco in look Armani Privè e gioielli Crivelli. Per la prima apparizione ha scelto un minidress nero di tulle con ricami di perline, ha poi osato con una rivisitazione tres chic del frac. È passata poi ad un look romantico: abito con spalline sottili e gonna in tulle con disegni floreali. Chiude in veste da principessa indossando una creazione composta da corpetto e gonna magenta con applicazioni scintillanti all over.

Noemi è stata la prima ad esibirsi indossando un abito in maglia magenta drappeggiato con spacco e dettaglio nodo. A quest’eleganza ha fatto seguito Giovanni Truppi in duetto con Vinicio Capossela, l’artista napoletano persiste con la canotta stavolta in rosso. Yuman ha invece scelto un look di Ixos Beyond con camicia dal collo coreano e completo a righe. Grazie a Le Vibrazioni il maestro Beppe Vessicchio è finalmente tornato non per dirigere ma per suonare. Insieme a loro c’era anche Sofia and the Giants con abito in vinile nero.

Sangiovanni ha diviso la scena con Fiorella Mannoia contrapponendosi nella scelta dei colori, lui in look bianco Diesel e lei in mise nera. Emma, in un omaggio a Britney Spears, calzava perfettamente un tuxedo in velluto verde bottiglia tempestato di Swarovski con camicia sbottonata per lasciar intravedere il bustier sottostante. Ad accompagnarla nella performance c’era Francesca Michielin, perfetta in Miu Miu. Morandi e Jovanotti si sono scatenati in tuxedo coordinato, giacca color panna e pantaloni neri come il papillion ma il primo in Giorgio Armani ed il secondo in Brioni.

Il candore dell’abito bianco Valentino non ha pari soprattutto se esaltato da Elisa, a piedi scalzi e un semplice tocco di colore sugli occhi fa riemergere i sentimenti di un cult come Flashdance. Insieme a Loredana Bertè in Gianluca Saitto, Achille Lauro ha rimarcato l’essenza del bianco nell’opera firmata Gucci. Il viso pulito di Matteo Romano in look Emporio Armani color grigio perla con camicia in seta cangiante è stato affiancato dalla raffinatezza di Malyka Ayane in abito Giorgio Armani.

Irama ancora non convince in Givenchy e con lui duetta Gianluca Grignani. Ditonellapiaga si concede un tocco di rosso con pantaloni in pelle Philosophy mentre Rettore è rimasta al classico nero ma dai dettagli glam. Ancora bianco ma in versione mini con il dress indossato da Ana Mena al cui fianco ha cantato, vestito impeccabile, Rocco Hunt in Boss. Il premio per il duo meglio vestito va a Blanco e Mahmood, il primo in outfit ceruleo firmato The Attico mentre il secondo in Fendi. Da tener d’occhio la calzatura di quest’ultimo: le Mary Jane da uomo.

L’adorazione all’artigianalità e all’eccellenza del saper fare italiano trascende il tocco musicale di Michele Bravi in Roberto Cavalli. Straordinario il bustier nude ricamato con cristalli effetto 3D che emerge sotto la giacca. Rkomi ha sceso le scale in stile cowboy per poi ritrovarsi a petto nudo e perché no, concedersi un allenamento live sanremese. Il suo look era firmato Etro con styling di Nick Cerioni. Aka7even ha sfilato il bianco di Stella McCartney accompagnato da Arisa in Antonio Grimaldi.

Hu è giunta sul palco come principessa della notte, il suo look è stato un gioco di volumi che non hanno oscurato lo stile naturale dell’artista. Tutto merito dell’emergente designer italiano Christian Boaro. Vans a parte, l’outfit di Dargen D’Amico non passa la prova per l’effetto scacchiera di Wayerob. Giusy Ferreri si è esibita in abito con spalline luccicanti mentre Orietta Berti dalla Costa Toscana era in veste pagliettata gialla con striscia centrale bianca e nera.

Condividi questo Articolo
Lascia un Commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *