L’ordine Francescano di Capua rinnova l’evangelizzazione

53
informareonline-rinnova-promessa-francescana

Lunedì 18 Novembre, nella Chiesa del Duomo di Capua, Santa Messa in onore di Santa Elisabetta, Regina D’Ungheria e Patrona del 3° Ordine Francescano Secolare.

Durante la Celebrazione Eucaristica Presieduta da Don Antonio, vi è stato un momento molto toccante ed atteso: il rinnovo della promessa Francescana. Ma conosciamo meglio Santa Elisabetta: Elisabetta d’Ungheria, nata a Sárospatak, principessa ungherese in virtù del suo matrimonio con Ludovico IV, era legata a Federico II di Svevia da lontani vincoli di parentela. Figlia di Andrea II il Gerosolimitano, re d’Ungheria, Galizia e Lodomiria, e della sua prima moglie Gertrude di Merania, nel 1211 venne promessa in sposa al primogenito del langravio di Turingia Ermanno I, per suggellare l’alleanza delle due dinastie nella lotta contro l’imperatore Ottone IV: venne inviata a Wartburg, presso la corte di Turingia, dove venne educata dalla futura suocera, Sofia di Baviera. Essendo morto nel 1217, Ermanno, il promesso sposo, nel 1221 si unì in matrimonio a suo fratello minore Ludovico IV, detto il Santo, che aveva ereditato i domini del padre nel 1217.

informareonline-santa-elisabettaDal loro matrimonio nacquero tre figli: Ermanno, Sofia e Gertrude, che divenne badessa del monastero premostratense di Altenberg. L’11 settembre del 1227 Ludovico IV morì ad Otranto, mentre aspettava per imbarcarsi con Federico II, suo cugino, alla volta della Terra Santa, dove doveva partecipare alla sesta crociata. La vedova, già molto attiva nelle opere di carità, si pose sotto la direzione spirituale del teologo Corrado di Marburgo: entrò nel Terz’Ordine Francescano e si ritirò nell’ospedale che aveva fatto erigere nel 1228 a Marburgo, dove si dedicò alla cura dei malati fino alla morte, soggiunta alla giovane età di ventiquattro anni. Venne proclamata santa a Perugia da papa Gregorio IX il 27 maggio 1235 (festa della Pentecoste): la memoria liturgica della santa, fissata al 19 novembre poiché nel dies natalis della santa si ricorda San Gregorio il Taumaturgo, fu spostata nel 1969 al 17 novembre per il solo calendario del rito riformato da Paolo VI. Nella Forma straordinaria, in Ungheria e nell’area germanofona (Germania, Austria, Svizzera tedesca e Alto Adige) la sua festa continua ad essere celebrata il 19 novembre.

È patrona dei panettieri e degli ospedalieri (secondo la tradizione, si trasformarono in rose i pani che aveva nascosto nel grembiule per i poveri e gli ammalati, quando il marito le chiese di vedere cosa avesse dentro al grembiule) ed è, con san Luigi dei Francesi, patrona principale del Terzo Ordine Regolare di San Francesco e dell’Ordine Francescano Secolare. A sant’Elisabetta sono intitolate numerose comunità di terziarie francescane dedite alla cura degli ammalati presso gli ospedali sull’esempio della principessa ungherese. Tra le principali, le terziarie francescane elisabettine, le suore francescane elisabettine e le suore terziarie francescane elisabettine.

informareonline-ordine-francescano

Intanto riportiamo i prossimi impegni dell’OFS capuano: Mercoledi 27 c.m.ore 18.00 presso la chiesa dei Santi Filippo e Giacomo, incontro di formazione francescana con Suor Paola, seguirà la Santa Messa celebrata da padre Luigi; mentre giorno 30 c.m. incontro di tutte le fraternite Francescane al convento delle suore clarisse a Pignataro Maggiore.

di Dino Manzo

Print Friendly, PDF & Email