L’estate in valigia: guida agli acquisti estivi

64
informareonline guida agli acquisti estivi moda
Pubblicità

Tra un mancato refrigerio e la voglia di scappare al mare, pianificare i look estivi porta a una personale conversazione con il proprio armadio. Cosa possiedo? Cosa utilizzo? Ma soprattutto, cosa mi manca e di cosa posso, invece, fare a meno? Solo il tempo aiuta a meditare le risposte a tali interrogativi che, in vista di rilassanti villeggiature, ricevono responso sbrigativo. In valigia non possono mancare protezione solare, occhiali e un libro da sfogliare sotto l’ombrellone. Per l’abbigliamento, invece, ci si affida a pezzi immancabili del guardaroba e per non sfigurare si ricorre allo shopping pre partenza. Per evitare acquisti impulsivi e cadere in tentazione di capi di cui poi ci pentiremo, ecco una mini guida per le giuste opzioni da sfoggiare in vacanza.

La guida

Il pezzo più ricercato è il compromesso ideale tra beachwear e dailywear, utilizzabile quindi sia in spiaggia che in città. Diffusosi negli anni 60, ha fatto rotta diretta al 2022 per irrompere col suo fascino: il trikini. Riformula l’immagine del costume intero con tagli e sottrazione di tessuto. Di giorno abbinato a gonne pareo, di sera impreziosisce un bel look con pantaloni e sandali con tacco. A rappresentanza del romanticismo estivo l’attenzione si sposta sulle gonne a ruota. La leggerezza che le contraddistingue rimanda alla raffinatezza di Monsieur Dior, colui che propose tale modello nel 1947 in opposizione ai capi austeri degli anni 40. Con giacche, bustini, mini crop top o mini bra, è perfetta per uno stile audace e chic. Sempre in tema gonne, quella che negli ultimi tempi è più ricercata dell’acqua nel deserto, è la gonna a pieghe. In stile sportivo, da tennis, piace perché confortevole e sfruttabile fuori dal campo da gioco con estrema varietà. C’è poi un terzo modello diffuso in strada come in rete ed è complice la signora Prada. La mania, ripresa dagli anni 60, riguarda la sua versione mini della minigonna, incoraggia a scoprire il corpo senza provare timore. Aldilà del desiderabile modello Prada, ne esistono d’ogni, quella di jeans, la minigonna in tartan, quella plissè. Ci sono poi gli abbinamenti vincenti come la mini indossata con un blazer, ricrea una versione minimale del tailleur che piace tanto. Molto sexy e assolutamente rivalutata è la canotta, pezzo discutibile su cui le opinioni sono costantemente contrastanti. Riuscire a spezzare l’incantesimo “maglia della salute” con la giusta pozione di abbinamenti è la sfida che tale capo affida, il premio paga in soddisfazione. Super consigliabile e da tenere sempre a portata, è il cappello. In paglia, realizzato con tecnica crochet o a secchiello, l’importante è che protegga capo e capelli dal sole. Ancora meglio se a tesa larga, tutto dipende dai gusti. Ai piedi la regola è solo una: sandali e ciabatte per ogni occasione. Lasciamo i piedi liberi di respirare prima che il freddo li costringa a rintanarsi nei calzini, le sneakers sono ammesse in caso di escursioni in lungo e in largo. Anche un buon ventaglio, preferibilmente in legno, è super utile da tenere in borsa. E a proposito di borse, quelle maggiormente di tendenza si dividono tra borse in paglia, super leggere e versatili, e borse a rete con maglie più larghe o più strette. Attenzione a non perdere nulla. Ultimo accorgimento: non bisogna dimenticare di personalizzare questi consigli. Certo, la moda detta tendenze ma sta a noi scegliere come e se infrangerle.

Pubblicità
Pubblicità