destra volturno abbandono povertà

INCHIESTA. Destra Volturno preda dell’abbandono e della povertà

Stefano Errichelli 02/11/2022
Updated 2022/11/23 at 10:36 AM
5 Minuti per la lettura

La realtà di abbandono e povertà che da anni vive il territorio di Destra Volturno, frazione del comune di Castel Volturno, è ormai riconosciuta come una vera e propria emergenza sociale ed economica. Tutti gli schieramenti politici hanno condotto qui passerelle elettorali e promesse di azioni risolutive immediate, ma la realtà è ben diversa. Nella realtà dei fatti questa fetta di territorio compresa nel comune di Castel Volturno vive una situazione di totale abbandono, dove il futuro è un miraggio e il presente è un paradosso. Una frazione completamente abbandonata dalle istituzioni, che si limitano solo a definirla periferia. Noi pensiamo che occorra gridare laddove si è taciuto ed unire concretamente le forze per dire basta ad una situazione che non può andare avanti. Non si può assistere inermi alla deriva di un intero territorio, che viene quotidianamente violentato e deturpato da irresponsabili e sciacalli.

Destra Volturno tra abbandono e povertà, la denuncia dei cittadini: «Viviamo Nel degrado assoluto»

È questo il grido di protesta che proviene dai cittadini di Destra Volturno, che ormai stanchi di vivere abbandonati da gran parte delle istituzioni, sono ridotti alla disperazione. Noi di Magazine Informare abbiamo deciso di far emergere la voce dei cittadini e degli imprenditori che vivono a Destra Volturno. Abbiamo raccolto le loro dichiarazioni piene di sconforto, e lo racconteremo attraverso inchieste video e articoli periodici, ma soprattutto con la nostra presenza costante sul territorio. Il nostro interesse è volto al racconto giornalistico, senza atti di provocazioni e interessi subdoli. Ci siamo imbattuti in chi vive realmente in queste zone e abbiamo toccato con mano la situazione delicata in cui, ad esempio, vivono le fasce più deboli come bambini ed anziani. La mancanza di trasporti impedisce di raggiungere il centro storico, dove sono situate le scuole e tale situazione aumenta la dispersione scolastica e l’abbandono.

Il diritto allo studio è seriamente messo in discussione, soprattutto con la chiusura del ponte di Castel Volturno. Ormai da circa tre anni, le famiglie in assenza di trasporti pubblici, sono costretti ad accompagnare i propri figli con automobili private, non tutte però possiedono un’auto. Confermando così la tesi che dinanzi alle mancanze progettuali e attuative, lo scotto maggiore lo subisce chi è già sofferente, rendendo gli “ultimi” completamente emarginati. Il nostro è un allarme concreto: la tutela dei minori e le pari opportunità devono essere garantite, non sussiste nessuna giustificazione, occorre assistenza alle famiglie in difficoltà. Nessuno può essere lasciato indietro, il futuro di quei bambini è nelle nostre mani, nessuno si senta esonerato da responsabilità. Di pari passo con la tutela dei minori, va associato l’impegno a garantire i servizi fondamentali alle persone anziane e nello specifico a quegli anziani che vivono da soli. Occorrerebbe rafforzare presidi medici e le giuste assistenze mediche.

Pubblica In-sicurezza

Altro aspetto fondamentale è dettato dalla mancanza di sicurezza e di ordine pubblico, una piaga nevralgica per Destra Volturno è la grande quantità di immigrati clandestini che vivono sul territorio. La forte presenza di immigrati alimenta ancor di più la piaga della delinquenza. Spesso chi giunge in questo territorio, lo fa con tutte le speranze di una vita migliore. Nel concreto si imbatte in una situazione sociale senza opportunità che non fa altro che emarginare, rendendo così impossibile integrare. Le abitazioni occupate abusivamente si contano a decine, gli allacci sulle reti elettriche pubbliche sono ad ogni angolo e le tasche dei contribuenti ne risentono seriamente. L’illuminazione pubblica in alcune zone del territorio è completamente assente. Può una parte della città vivere in queste condizioni? È questa la domanda che ci si pone; è possibile che un ponte divida due realtà completamente differenti, che si celi all’altra sponda del ponte una situazione che dovrebbe far rabbrividire ogni paese democratico. Pretendiamo che si inizi a lavorare concretamente al risollevamento di Destra Volturno, ci appelliamo a tutte le autorità predisposte affinché si prenda atto dell’emergenza Destra Volturno e si operi quanto prima.

Condividi questo Articolo
Lascia un Commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *