ghemon

Ghemon: “C’è bisogno di un altro Tenco, non del suo finale”

Gianrenzo Orbassano 24/02/2024
Updated 2024/02/24 at 12:35 PM
3 Minuti per la lettura

Noi consumatori finali del prodotto musicale non abbiamo chiare le idee su cosa sia diventata l’industria discografica. A illuminare questo aspetto buio ai non addetti ai lavori, Ghemon ha rilasciato sui social una riflessione che in basso a questo articolo riportiamo per intero.

Ghemon: “Non si parla abbastanza della salute mentale dei giovani artisti”

Ghemon, uno dei più talentuosi liricisti del rap e non solo, si è soffermato anche sull’argomento della salute mentale, specie nei ragazzi più giovani: il rischio che ci si rispecchi nell’ormai assai probabile fallimento del proprio progetto musicale. Sarebbe banale ridurre tutto al successo o all’insuccesso, è di pochi giorni fa infatti la notizia della pausa che il cantante Sangiovanni ha deciso di prendersi dopo una partecipazione al Festival di Sanremo non proprio felicissima, conclusa con un inaspettato penultimo posto.

Il tema è che i cantanti di oggi stanno via via acquisendo una consapevolezza maggiore sulle dinamiche che accadono dietro il music business, con l’esigenza di ritrovare sé stessi e la normalità della loro quotidianità perduta, sentendo il bisogno di una semplicità da recuperare. 

Ghemon parla dell’industria musicale

Le parole di Ghemon su cosa sia diventata l’industria discografica, ovvero una corsa affannata verso i numeri da record a discapito dell’identità e della salute mentale dell’artista, dovremmo leggerle anche noi per capire e riflettere fin dove ci si può spingere a promuovere un modo di pensare ed agire inquinato dal culto dei numeri e dei sold out. Un modo di pensare ed agire che trova le sue vittime negli artisti più giovani. Divenuto completamente indipendente, ha autoprodotto il suo ultimo album “E vissero feriti e contenti“. Attualmente è impegnato nella tournée teatrale di “Una cosetta così” in cui si racconta unendo la passione per la musica a quella per la stand up comedy.

Ghemon ha pubblicato su Instagram un lungo sfogo in cui si scaglia contro l’attuale “supermercato” dell’industria musicale e affronta problemi – di cui, secondo il cantante, non si tratta abbastanza – che coinvolgono soprattutto gli artisti più giovani

Leggi il post nella gallery:

Condividi questo Articolo
Lascia un Commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *