Pubblicità

L’avventura di Rihanna nel mondo del lusso sembra esser giunta al capolinea. Il colosso francese Lvmh ha annunciato la chiusura del marchio Fenty, lanciato meno di due anni fa.

Il brand non era più attivo sui social già dal primo gennaio e l’ultima collezione presentata sul proprio sito web risale allo scorso novembre.
“Rihanna e Lvmh hanno preso la decisione comune di sospendere le attività di ready to wear basate in Europa, in attesa di condizioni migliori” dichiara un comunicato riportato da Wwd.

Pubblicità

Sebbene l’azienda francese non abbia abbandonato definitivamente la musicista, artefice dei successi di Fenty Beauty , Fenty Skin e Savage X Fenty evidentemente, però, non all’altezza delle aspettative nel segmento moda.
Lvmh ha espresso, infatti, la volontà di concentrarsi esclusivamente sulle linee secondarie, abbandonando temporaneamente il progetto del Ready -To- Wear.

Una possibile causa di tale decisione è forse il danno provocato dalla pandemia, che ha messo a dura prova il tessuto produttivo del brand.
Inoltre, la posizione geografica del marchio ready-to wear (che ha sede in Francia) non ha facilitato Rihanna nel seguire i progetti in cantiere. Le linee Savage x Fenty e Fenty Beauty, infatti, sono state seguite da vicino dalla direttrice creativa essendo entrambe localizzate a Los Angeles.

Fenty è stato il secondo brand creato ex novo dal colosso transalpino dopo Christian Lacroix ma la collaborazione con una musicista del calibro di Rihanna non ha precedenti. Fenty avrebbe dovuto attrarre un target di consumatrici giovani, legate ai social network e alla comunicazione, ma il decollo non è mai avvenuto neppure online.
Grazie alla notorietà di Rihanna, il marchio Fenty è stato ampiamente promosso dalle testate di settore e sfoggiato più volte dalla fondatrice sul red carpet e attraverso i suoi canali social.
Ciò nonostante non ha mai goduto di altrettanto riscontro commerciale.

Il brand di Rihanna avrebbe dovuto rappresentare una svolta storica, in quanto il primo brand creato da zero di LVMH dagli anni ’80 con una donna di colore. Secondo Business of Fashion, Fenty avrebbe segnato la fine del designer puro. «Nell’era dei social media, con la moda che si va evolvendo in intrattenimento, i designer potrebbero non essere all’altezza di vere celebrità come Rihanna e con la loro capacità di raccogliere una comunità e guidare le vendite».

Tuttavia non è ancora detta l’ultima parola. Fenty sarebbe infatti solo in pausa. Non è escluso che un domani sarà riportato in auge dallo stesso consiglio di amministrazione che ora lo ha chiuso.

Print Friendly, PDF & Email
Pubblicità