Fendi: la nuova collezione è un viaggio tra Oriente e Occidente

62
informareonline fendi parigi nuova collezione
Pubblicità

In una stanza completamente bianca del Palais Brongniart di Parigi a catturare lo sguardo sono i diamanti, le pietre preziose e i magnifici tessuti degli abiti Fendi. La couture chiude la settimana di alta moda parigina con un interessante viaggio tra Oriente e Occidente.

In passerella sfilano abiti ispirati alla moda occidentale come un total look cammello, un tailleur in vicuna e pelle con tagli chirurgici che definiscono le silhouette illuminati da bagliori di cristalli, sulle frange che decorano i tacchi delle décolleté e come decoro sui corti guanti. Mentre cascate preziose di orecchini dall’anima Art déco, realizzati da Delfina Delettrez Fendi risplendono a ogni passo.

Pubblicità

Poi entra in scena l’oriente, il Giappone, con una sequenza di long dress che evocano i tessuti di kimono del XVIII secolo. Riprodotti a Kyoto come tradizionali pannelli di seta sono rimodellati sul corpo. Anticipano la delicatezza di ricami di foglie d’acero che conducono ai delicati gown di tulle del finale. Capi senza tempo, oltre le mode e le stagioni. Tramite la leggerezza, la lavorazione minuziosa e la morbidezza dei suoi abiti Fendi è riuscito egregiamente a mostrare la vera anima della cultura Giapponese

Le costruzioni complesse tipiche della maison sono finite, sostituite da uno stile rigoroso e più morbido, portatore di una sensazione di semplicità anche nel guardaroba elegante e da grandi occasioni. Kyoto, la capitale culturale del Giappone, è il punto di partenza. Qui, frammenti di tessuto kimono che risalgono al Settecento, diventano una partenza per le creazioni del futuro.

In questa stagione volevo allontanarmi da Roma, o almeno volevo collocare la Città Eterna in un contesto globale. In questa collezione, abbiamo lavorato su frammenti di diverse città, vale a dire Kyoto, Parigi e Roma. La natura frammentaria delle cose echeggiava in tutta la collezione, come frammenti di memoria o impressione di cose passate, presenti e future”. Kim Jones, direttore artistico delle linee Couture e Womenswear di Fendi, spiega così la sua nuova collezione.

Pubblicità