Castel Volturno- Il PD locale dice NO all’ampliamento dell’impianto rifiuti!

PD castel volturno
Partito Democratico Castel Volturno

Il presente comunicato si rende necessario in virtù dallo sviluppo e delle nuove risultanze che hanno interessato il procedimento amministrativo per la realizzazione e la gestione di un impianto di rifiuti pericolosi e non, ad opera della Ditta Waste Recovery, da ubicare sulla Strada Provinciale 333 al km 3+100 in località Tre Pizzi.

 

Come Partito Democratico, già nel comunicato del 3 dicembre 2020, ben prima che le altre formazioni politiche e la stessa amministrazione Petrella capisse la gravità della questione, esprimemmo il nostro totale ed incondizionato dissenso all’aumento delle categorie di stoccaggio dei rifiuti da parte del gestore privato dell’impianto, già esistente ed operante in tale area del Comune di Castel Volturno da tempo immemore.

Già in data 3 dicembre 2020, ponemmo dei quesiti all’attuale amministrazione, ma sia in via ufficiale che ufficiosa mai nessuna risposta è arrivata, ben guardandosi, invece, dal muovere critiche nei confronti della formazione democratica, facendo quasi intendere che tra il PD ed il privato gestore sia avvenuto precedentemente una sorta di tacito sodalizio.

In virtú di tali speculazioni, numerosi esponenti e personalità locali hanno cavalcato l’onda al solo fine di ottenere consenso personale, elettorale, per mascherare deficienze amministrative evidenti e per mettere a tacere dissidi interni alla maggioranza, distogliendo il dibattito pubblico da ciò che è realmente importante per il territorio.

Il Partito Democratico è assolutamente contrario all’aumento di categorie di rifiuti che dovranno essere stoccati dal privato nell’impianto già esistente sulla Strada Provinciale 333 al km 3+100 in località Tre Pizzi e tale dissenso già sarebbe stato da tempo proclamato, se non fosse che gli assessori nonché i consiglieri della precedente amministrazione Russo ne erano totalmente all’oscuro e messi a conoscenza del procedimento amministrativo, solo  in data 2 novembre 2020, quando è comparso nell’albo pretorio del Comune di Castel Volturno la comunicazione della Regione Campania n. 49300.

Alla luce di quanto detto, daremo anima e corpo, affinché, il procedimento amministrativo in atto non solo sia cristallino agli occhi della cittadinanza, ma vada a tutelare un’area importante del territorio, in quanto, la salvezza di Castel Volturno dovrà passare per l’agricoltura, per il turismo, per pesca, per il mare e dalla valorizzazione delle grandi risorse naturali che abbiamo e di certo non per attività industriali o di trattamento e stoccaggio dei rifiuti pericolosi.

Responsabile alla comunicazione

    Avv. Dario Desiderio

 

 

Print Friendly, PDF & Email