informareonline tir protesta caro carburante

Caro carburante, protesta dei tir: blocco nel casertano sull’A1

Redazione Informare 23/02/2022
Updated 2022/02/23 at 3:20 PM
2 Minuti per la lettura

La protesta dei tir a causa dell’aumento del prezzo del carburante è arrivata anche in provincia di Caserta. Sull’autostrada A1, tra Capua e Caianello, si sono svolti dei blocchi mobili dopo che, nelle scorse giornate, vi erano state proteste sulla Salerno-Reggio Calabria.

Le dichiarazioni di Coldiretti e Assoutenti

A detta di Coldiretti, i blocchi stradali provocano dei danni incalcolabili, dato che l’85% delle merci viaggia su strada. Numerosi di questi tir, inoltre, sono alimenti e fiori che rischiano di marcire nei magazzini. Questa situazione “aggrava le già pesanti difficoltà della filiera agroalimentare, costretta a far fronte a pesanti aumenti dei costi di produzione per le materie prime”. Oltre a ciò, le difficoltà derivano anche dalla capacità energetica di autoapprovvigionamento alimentare, in un periodo di grandi tensioni internazionali che hanno delle conseguenze sul prezzo del gas.

Assoutenti, invece, comprende bene le proteste degli autotrasportatori, ma non giustifica i danni per produttori e consumatori. Furio Truzzi, presidente di Assoutenti, ha dichiarato che “il caro-benzina è un dramma che riguarda tutti“. Nonostante ciò, la protesta dei tir finisce per portare ad un ulteriore incremento dei prezzi dei prodotti nei negozi e nei supermercati. “Non è il momento di lotte dannose, ma è il momento di unirsi per spingere il Governo a non rimanere a guardare”.

Condividi questo Articolo
Lascia un Commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.