Addio a Pierre Cardin, lo stilista spaziale

0
informareonline-Addio-a-Pierre-Cardin-lo-stilista-spaziale
epa08908987 (FILE) - French designer Pierre Cardin poses for a photograph during the inauguration of the Pierre Cardin Museum and the opening exhibition 'Passe Present Futur' (Past Present Future) in Paris, France, 13 November 2014 (reissued 29 December 2020). According to media reports, Pierre Cardin has died aged 98. EPA/YOAN VALAT *** Local Caption *** 51661822

Si è spento a novantotto anni lo stilista italiano naturalizzato francese Pierre Cardin, maestro del connubio stilistico tra la terra che lo ha visto nascere e quella che lo ha formato.

Nato Pietro Costante Cardin a Sant’Andrea di Barbarana, frazione del comune trevigiano di San Biagio di Callalta nel 1922. Due anni dopo i genitori scelgono di trasferirsi in Francia. Qui il nome tramuta nella versione francese Pierre. Dopo prime esperienze come apprendista sarto lavora da Elsa Schiaparelli. Rifiutato da Cristòbal Balenciaga, diventa poi primo sarto per monsieur Dior nel 1947. Nel 1950 dà vita alla propria casa di moda mentre nel 1953 si cimenta nell’alta moda.

Interessato all’era spaziale, la collezione Space Age del 1960 introduce pezzi tutt’ora attuali come gli abiti cut-out, i pantaloni in pelle attillati e i maglioni con maniche a pipistrello. Avvezzo alle forme geometriche, preferiva queste all’enfatizzazione del corpo femminile. Nel corso della carriera ha ampiamente approfondito la moda unisex mettendola in pratica o trattandola come studio sperimentale. Risale al 1954 il suo vestito a bolle chiamato appunto “bubble dress”.

È stato il primo stilista ad aprire nel 1959 un negozio d’alta moda in Giappone permettendo la vendita e una diffusione estesa della sua moda in Oriente. Nello stesso anno fu espulso e successivamente reintegrato dalla Chambre Syndicale della moda francese per aver confezionato per primo a Parigi una collezione per i grandi magazzini Printemps.

Appassionato d’immobili vantava numerose proprietà tra alberghi e ristornati. Particolarmente noto è il castello di Lacoste, acquistato e ristrutturato per divenire luogo di festival teatrali organizzati da Cardin. Tra le altre proprietà si annovera palazzo Ca’Bragadin a Venezia dove era solito soggiornare e Palais Bulles, progetto caratterizzato da forme sferiche dell’architetto Lovag Antti.

A lui dedicato è il docu-film di P. David Ebersole, Todd Hughes “House of Cardin” presentato al Festival del cinema di Venezia nel 2019. Mentre al Brooklyn Museum nel luglio dello stesso anno si è tenuta una mostra monografica. Cardin ha segnato con il proprio estro creativo la storia della moda e lascia un patrimonio stilistico ed artistico per cui verrà sempre ricordato.

di Chiara Del Prete

Print Friendly, PDF & Email

2 Commenti

  1. спасибо интересное чтиво
    _________________
    [URL=https://tr.88ssportsclub.online/iddaa-oynamak-nedir-2/]Iddaa oynamak nedir[/URL]

  2. Hello there, We are over joyed we discovered forum there is helpfull information here. My husband and I have a [url=https://hairbyarensman.com/]hair salon job in Plano Texas[/url]. if you are everywhere in Plano Texas I will give you an awesome price on a haircut Cheers, Dacia.

I commenti sono chiusi