informareonline-caccia
Pubblicità
Il calendario venatorio regionale campano 2021/2022, recentemente pubblicato, non è esattamente quello  sognato dal  WWF, ma si deve dare atto all’Assessorato all’Agricoltura  e alla Presidenza della Regione Campania che per la prima volta , nella nostra regione, si sia cercato un maggiore equilibrio tra tutela della fauna e interessi dei cacciatori.

Infatti, l’apertura della caccia è prevista  dalla terza domenica di settembre e non più dal 1 settembre. Ne beneficerà la fauna migratoria , ma anche il turismo, soprattutto costiero, potrà prolungare la stagione senza essere disturbato dalle doppiette. Sinceramente non comprendiamo le note critiche delle associazioni venatorie che vorrebbero vantare un inesistente diritto alla caccia dal primo settembre. Sarebbe invece una eccezione da quest’anno,  giustamente esclusa dalla Regione Campania, in base a proprie scelte tecniche e discrezionali, supportate dal parere dell’Istituto per la protezione ambientale.

IL WWF spera che l’Amministrazione Regionale voglia conservare anche per gli anni futuri la scelta di non autorizzare pre-aperture, dando finalmente l’esempio di buone pratiche ambientali anche ad altre regioni. E ai cacciatori si ricorda che non è vero che le istanze di tutela dell’ambiente accolte dalla giunta regionale sono minoritarie, laddove invece forse è vero il contrario.

Pubblicità
Print Friendly, PDF & Email
Pubblicità