Villa Literno, continua la conta dei danni del maltempo

«Tante famiglie sono barricate in casa, perché impossibilitate ad uscire e molto probabilmente saranno costrette ad evacuare, ovviamente a loro spese»

Questa una delle tante segnalazioni che ci è arrivata da un nostro lettore, dalla zona di Villa Literno. I danni causati dal maltempo, già segnalati e denunciati nei giorni scorsi, sono passati inosservati agli occhi degli amministratori locali, ma non a quelli delle famiglie costrette a versare nel disagio da settimane. Strade completamente inagibili e aziende allagate delineano un’assenza delle amministrazioni comunali e non nella gestione delle emergenze.

Il malfunzionamento delle pompe di drenaggio

Oltre allo straripare di un canale limitrofo, a peggiorare la situazione c’è anche il mancato funzionamento delle 40 pompe di drenaggio che servono la zona circostante. Al momento, infatti, secondo la segnalazione ricevuta, sarebbero solo 2 quelle funzionanti, costrette a servire le città di Villa Literno, Castel Volturno e Lago Patria. Gli impianti, come risulta dalla segnalazione che abbiamo ricevuto, sono completamente abbandonati e il Consorzio di Bonifica, l’ente addetto alla loro gestione, è fermo.

La manifestazione in via delle Dune

Nonostante ieri sia stato il primo giorno di tregua dal maltempo sulla costa casertana, il livello delle acque è addirittura aumentato. Esasperati da questi disagi, in alcuni casi drammatici, gli abitanti e gli operatori economici hanno deciso di scioperare bloccando lo svincolo Litorale Domitio dell’asse di supporto Nola Villa Literno. La manifestazione spontanea, pacifica e non autorizzata è durata circa trenta minuti.

 

di Carmelina D’aniello

Print Friendly, PDF & Email