Il 30 novembre scorso il Comitato No Roghi di Castel Volturno ha svolto un’importante azione di pulizia di un terreno illecitamente adibito a discarica a cielo aperto all’interno di Pinetamare.

I tanti volontari riuniti sul posto si sono rimboccati le maniche per attuare una forte azione di contrasto al fenomeno dello sversamento illecito di rifiuti in diverse zone di Castel Volturno. Alcuni cittadini castellani, reduci da un’estate tempestata da roghi tossici, hanno deciso di dire basta ed hanno avviato diverse azioni concrete per migliorare il loro territorio. Il 30 novembre scorso si sono impegnati a ripulire un appezzamento di terreno privato utilizzato irregolarmente per lo scarico di rifiuti; i volontari hanno ripulito la zona circostante e l’hanno circondata di vasi all’interno dei quali prenderanno vita delle piante, un segnale per la rinascita dei terreni che si impegnano di far rivivere.

Li abbiamo intervistati per comprendere le loro idee future e per far capire in cosa consiste praticamente l’azione svolta a Pinetamare.

 

di Alina D’Aniello

Print Friendly, PDF & Email