Si chiude con una sconfitta netta l’avventura del Napoli a Verona

Perde ancora il Napoli dopo la delusione della Supercoppa e lo fa con un passivo di tre gol a Verona. Ci avevano creduto gli azzurri passati in vantaggio dopo appena 10 secondi con Lozano, la partita sembrava essere in discesa. Ci ha creduto molto di più il Verona che al 34° ha pareggiato con Dimarco, passato in vantaggio all’inizio della ripresa con Barak per poi chiudere definitivamente la partita con Zaccagni.

Le nostre pagelle

Meret 5: Incolpevole sulle prime due reti, avrebbe potuto fare di meglio sul terzo.
Di Lorenzo 4,5:  La sua posizione totalmente da rivedere sulle reti gialloblù, terribile la sua prestazione.
Maksimovic 4,5: Il secondo gol del Verona nasce da un suo errore, ma anche il resto della partita non è stato per niente efficace e preciso.
Koulibaly 5: Forse meglio del compagno, ma certamente  il reparto difensivo era totalmente in bambola.
Hysaj 5: Per niente efficace in fase di manovra offensiva, ma assolutamente confuso ed incerto in fase difensiva.
Demme 6: Ci ha provato, tra i migliori degli azzurri, partita generosa la sua. Dal 65º Politano 5: Crea qualche pericolo, ma nulla di più.
Bakayoko 4,5: Avrebbe dovuto fare da filtro a centrocampo, invece offre il fianco e lascia indifesa la linea difensiva. Dall’83º Lobotka S.V.
Lozano 6: Segna e regala qualche minuto di euforia alla squadra, cala poi diventando inpreciso e confusionario nella finalizzazione.
Zielinski 5,5: Un po’ meglio rispetto alla partita di Supercoppa, ma non è il centrocampista che ci ha esaltati una decina di giorni fa. Dall’83º Elmas S.V.
Insigne 5: Tante buone intenzioni, pochissima sostanza. Si può capire l’ansia di rispondere alle critiche, ma  la sua prestazione ne risulta condizionata e compromessa. Dal 60º Mertens 5: Con il suo ingresso ci si aspettava la zampata necessaria per tornare in vantaggio, invece per de palla e regala al Verona il 3-1.
Petagna 5: Arrivato a Napoli per essere un rimpiazzo, si è ritrovato punta titolare. Ci aspettavamo qualcosa in più dopo tante partite invece ancora non sembra aver compreso il gioco azzurro. Dal 65º Osimhen 5: Rientrato dopo il lungo infortunio, poteva essere la svolta. Invece non si è visto ed era lecito aspettarsi qualcosa in più.

Caro mister, così non va

Gattuso 5 Si prende la responsabilità della sconfitta, a questo punto dovrebbe porre rimedio. Il centrocampo ha perso tutti i duelli diretti, la difesa ha lasciato liberi di spaziare il Verona. L’attacco da solo non può correggere l’andamento di un match. La scusante che si gioca ogni tra giorni ormai non regge più: esiste una parte di panchina che il mister on tiene in considerazione. A questo punto andrebbe deciso cosa farne di questi giocatori visto che quelli in campo sono ormai spompati.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Print Friendly, PDF & Email