Varcaturo- Un aula studio per gli universitari del L.T.D.

Area Nord, Giugliano – Gli studenti accademici residenti nelle zone del Litorale Domitio (che bagna le località di Lago Patria, Licola, Varcaturo e Castel Volturno) lamentano l’assenza di uno spazio adibito allo svolgimento delle ordinarie attività universitarie; questi ultimi sono costretti infatti a spostarsi nei comuni limitrofi per trovare sostegno in apposite strutture quali aule studio e biblioteche comunali.

Necessaria dunque, la presenza di almeno un edificio idoneo a soddisfare le loro esigenze di studio. Polis, in qualità di associazione in prima linea sulle questioni che interessano le necessità dei più giovani, promuove uno strumento popolare volto a richiedere il soddisfacimento di comuni necessità, previsto dall’ex art.13 dello Statuto del Comune di Giugliano in Campania. L’interesse di Polis trova il sostegno del Circolo Legambiente Giugliano Arianovada sempre volto a promuovere progetti di sviluppo territoriale.

L’evento avrà luogo Domenica 11 settembre in via Ripuaria (Giugliano) dove i promotori della petizione sensibilizzeranno i cittadini del luogo sul tema dell’aula studio necessaria sul territorio, cercando di coinvolgere il maggior numero di studenti.
Tra le proposte presenti: individuato come possibile edificio studentesco un immobile confiscato in via Madonna del Pantano (Giugliano), un trasporto pubblico locale per gli studenti, un`attrezzatura Wi-Fi e un impianto climatizzatore per la struttura.

Rosaria Ferrara

About Tommaso Morlando

Giornalista pubblicista – Fonda il “Centro studi officina Volturno” nel 2002 e di conseguenza anche il Magazine INFORMARE.
In un territorio “difficile” è convinto che attraverso la cultura e l’impegno civico sia possibile testimoniare la legalità contro ecomafie e camorra.
Liberi e indipendenti da ogni compromesso personale e partitico.
Il nostro scopo è quello di fare corretta e seria informazione, dando voce ai più deboli e alle “eccellenze” dei nostri territori che RESISTONO.
Abbiamo una storia ancora tutta da scrivere e da raccontare, ma la faranno i nostri giovani…ormai il seme è germogliato e la buona informazione si sta autodiffondendo.