Valentino collezione Anatomy of Couture

Valentino, la rivincita dei corpi nella collezione Anatomy of Couture

Chiara Del Prete 28/01/2022
Updated 2022/01/27 at 10:28 PM
2 Minuti per la lettura

Al numero 8 di Palce Vendom si è riaccesa la magia della Haute Couture parigina grazie a Pierpaolo Piccioli e a tutto lo staff di Valentino. Da una architettonica spirale aurea la modella scende sinuosa per poi sfilare nelle sale del palazzo, è tutto un tributo al corpo. Anatomy of Couture è il nome della collezione ideata dallo stilista italiano ispirata alle possibili fisicità corporee.

Un ventaglio di taglie e volumi celebra l’ampio spettro umano in abiti di sartorialità e manifattura eccelsa. Una precisa scelta di rottura si manifesta nel cast e negli abiti dolcemente abbracciati alle diverse proporzioni fisiche. Spazzare via lo stigma anatomico della perfezione era l’intento della rappresentazione che si può sicuramente dire riuscita.

Riscrivere i canoni dell’alta moda è un’azione impattante per un circuito ferreo e fobico ai cambiamenti qual è quello della moda. Gli abiti sono stati ideati prettamente sui singoli corpi conferendo leggerezza. Non si parla d’inclusività ma di normalizzare corpi inconsueti per le passerelle. La presenza corale dei modelli riporta alla possibilità di un mondo consapevole del corpo come volume fisico.

Ritorna il nero, la sensualità della calza autoreggente velata, avanza l’eleganza dei look monocromo e dei tessuti imbastiti di cristalli. In un mini dress nero, apre la sfilata Kristen McMenamy musa e modella dall’imponente carriera nel mondo della moda. Tra i fascinosi volti over 50 anche Lara Stone, Marie Sophie Wilson e la musa degli anni 80 di Ferrè ed Yves Saint Laurent Lynne Koester.

Quindi Pierpaolo Piccioli ha colto la bellezza universale, priva di limiti e pregiudizi. I suoi abiti sono involucri di poesia a cui è impossibile restare impassibili. Con 64 pezzi unici firmati Valentino, un caloroso applauso da pubblico e modelle omaggia lo stilista che a sua volta ringrazia le sarte della maison. Investire nel capitale umano e nelle sensazioni eteree è l’impegno a cui Piccioli ormai è dedito.

Condividi questo Articolo
Lascia un Commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *