Valentina Procaccini-Informareonline

Valentina Procaccini: 13enne da record stella nascente del nuoto italiano

Pasquale Di Sauro 06/05/2021
Updated 2021/05/06 at 2:06 PM
3 Minuti per la lettura
Dall’Abruzzo all’Aniene per un sogno, nuotatrice 13enne da record conquista cinque titoli nazionali

La protagonista di questa straordinaria impresa è Valentina Procaccini, classe 2008, di Pescara, che all’età di 10 anni inizia a nuotare e a polverizzare record. Campionessa nazionale di Acquatron, arriva a Roma nel mese di dicembre per continuare a dar vita alla sua passione, il nuoto, dopo che nella sua città sono state sospese le gare per via del Covid e non ce ne sarebbero state in programma per un altro po’ di tempo.

I record e i titoli di Valentina

Valentina conquista cinque titoli nazionali ai Criteria giovanili (50 sl, 100 sl, 200 sl, 400 sl e 100 rana) e polverizza due record italiani di categoria R1 nuotando i 50 stile libero in 26″1 e i 100 stile libero in 56″76. I primati della manifestazione appartenevano a Silvia Di Pietro (26″31) – conseguito nel 2006 – e a Maria Ginevra Masciopinto (57″38). Classe 2008, arrivata al CC Aniene in prestito dalla Hurricane di Pescara, Procaccini non ha nessuna intenzione di fermarsi, continua a gareggiare – e a vincere – nonostante il complicato periodo per lo sport causa pandemia. 

Passione

Segue le orme delle sorelle gemelle più grandi Adriana e Alice, grazie anche alla passione per lo sport del padre Antonio, ex giocatore di basket e pallamano. Proprio lui, nello scorso novembre, in considerazione del fatto che in Abruzzo non c’erano gare in calendario e che numerose piscine erano chiuse a causa della pandemia, decide di portare Valentina a Roma all’Aniene: il responso positivo sulle capacità della ragazza c’era già stato a giugno e il padre è costretto dalla contingenza a una scelta difficile, quella di dividere la famiglia in due per dare la possibilità alla figlia di sperimentare un’esperienza unica, quella di allenarsi con campionesse del calibro di Quadarella e Pilato.

Vita nuova  

Dopo avere trovato una sistemazione temporanea nella capitale ad affiancare Valentina sarà la mamma cubana Clemirt, mentre il papà penserà alle gemelle restando a Pescara e facendo il pendolare nei fine settimana: per la scuola invece ci si affida al Liceo Maior di Pescara, che ha anche una terza media, con la didattica a distanza. Tutti i piani però vengono stravolti da una complicazione, il Covid arriva in famiglia: Antonio e Clemirt si ammalano, le figlie vanno in isolamento. La partenza per Roma però è solo rinviata dal primo al 23 dicembre: in pochi mesi Valentina cresce e migliora in maniera esponenziale, nuotando sempre più veloce, fino all’apoteosi dei Criteria giovanili. Ad Maiora, piccola, grande campionessa.

Di Pasquale Di Sauro

 

Condividi questo Articolo
Lascia un Commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *