Vaccini: sospesa la responsabilità genitoriale se il genitore è contrario

176
sospesa-la-responsabilita-genitoriale-se-il-genitore-e-contrario-al-vaccino
Pubblicità

L’estensione della facoltà di vaccinarsi anche ai giovani appartenenti alla fascia d’età 12-18 anni, ha dato luogo ad un aumento dei contenziosi tra genitori, o tra genitori e figli, in merito alla vaccinazione. Sovente capita che uno dei genitori sia contrario alla vaccinazione, o che i figli minori, allettati dalla prospettiva di “tornare liberi”, vogliano sottoporsi a vaccinazione contro la volontà dei genitori.

Ma cosa accade se uno dei due genitori nega il consenso al vaccino del figlio minorenne? In caso di disaccordo tra genitori, qualora la coppia non giunga ad un accordo, bisognerà ricorrere al tribunale competente. Ed è proprio ciò che ha fatto una madre, la quale, ha ricorso ex art. 709ter c.p.c al Tribunale di Monza, per dirimere i contrasti con l’ex marito per l’esercizio della responsabilità genitoriale. In particolare, il padre, nonostante la volontà del figlio di sottoporsi a vaccinazione anti-Covid19, negava il consenso.

Pubblicità

Il Tribunale adito, visto il parere favorevole all’inoculazione del vaccino da parte del pediatra del minore, ed atteso il pericolo concreto per la salute del ragazzo, basandosi sul presupposto che i vaccini sono oramai considerati dalla comunità scientifica quale efficace mezzo di contrasto alla trasmissione del Covid-19, autorizzava l’inoculazione del vaccino sospendendo temporaneamente la responsabilità del genitore contrario.

La ratio di tale decisione, adottata con decreto del 22 luglio 2021, trova fondamento nel contrasto della decisione del padre con le previsioni di cui all’art. 3 della legge 219/2017 sul cosiddetto “consenso informato”. Ciò perché, secondo i giudici, vi è stata la mancata considerazione della volontà manifestata dal minore in riferimento alla tutela della sua salute psicofisica, con la conseguenza di limitare la vita di relazione sociale del ragazzo.

L’anomalia della pronuncia in commento, ci riporta ad un tema molto discusso in questi ultimi giorni, ovvero l’obbligatorietà o meno del vaccino. Ed atteso che ad oggi la somministrazione del vaccino anti-Covid19 non è prevista come obbligo di legge, non pochi dubbi sorgono in merito al fondamento giuridico del provvedimento adottato.

Non resta che attendere il futuro indirizzo adottato dalla giurisprudenza.

di Davide Daverio

Print Friendly, PDF & Email
Pubblicità