Una finestra sull’arte: le prossime mostre d’arte in Italia

informareonline-mostre-arte
Il 2020 sarà un anno ricco di grandi mostre e di importanti eventi culturali e artistici che apriranno splendide finestre sull’Arte, in tutte le sue forme. A seguire, un calendario di 17 delle principali mostre in programma per il 2020 che non sono state ancora inaugurate, a differenza delle prime 13 gia’ comunicate in precedenza. Il calendario 2020 sarà aggiornato periodicamente.

1)TITOLO : “Donne nell’arte. Da Tiziano a Boldini “ 

Brescia, Palazzo Martinengo, Brescia ,18 gennaio – 17 giugno 2020

TEMA: Le sale di Palazzo Martinego a Brescia ospiteranno una  mostra che documenta quanto l’universo femminile abbia giocato un ruolo determinante nella storia dell’arte italiana lungo un periodo di quattro secoli, dagli albori del Rinascimento al Barocco, fino alla Belle Époque. 

L’esposizione, presenterà oltre 90 capolavori di artisti quali Tiziano, Guercino, Pitocchetto, Appiani, Hayez, De Nittis, Zandomeneghi e Boldini che, con le loro opere, hanno saputo rappresentare la personalità, la raffinatezza, il carattere, la sensualità e le più sottili sfumature dell’emisfero femminile, ponendo particolare attenzione alla moda, alle acconciature e agli accessori tipici di ogni epoca e contesto geografico. 
Il percorso espositivo, suddiviso in otto sezioni tematiche – Sante ed eroine bibliche; Mitologia in rosa; Ritratti di donne; Natura morta al femminile; Maternità; Lavoro; Vita quotidiana; Nudo e sensualità – documenterà il rapporto tra l’arte e il mondo femminile per evidenziare quanto la donna sia da sempre il centro dell’universo artistico.

2)TITOLO :  “Georges de La Tour. L’Europa della luce” 

Milano, Palazzo Reale, 7 febbraio – 7 giugno 2020

TEMA: Palazzo Reale di Milano ospiteral’arte del barocco con la mostra “Georges de la Tour. L’Europa della Luce “ .Un’esposizione grandiosa, evento imperdibile per chi ama la pittura seicentesca e questo grande artista, a cui Milano dedica la prima monografica italiana.

3)TITOLO :  “Jim Dine”

Roma , Palazzo delle Esposizioni, via Nazionale 194.Dall’11 febbraio al 2 giugno 2020 (www.palazzoesposizioni.it)

TEMA: L’11 febbraio di quest’anno e’ stata inaugurata una mostra antologica dedicata a Jim Dine (Cincinnati, USA, 1935), uno dei piu’ noti artisti pop statunitensi , esponente del movimento Neo -Dada  ,  promossa da Roma Capitale – Assessorato alla Crescita culturale, ideata e organizzata dall’Azienda Speciale Palaexpo e curata da Daniela Lancioni.Visibili ai visitatori saranno oltre 60 opere, datate dal 1959 al 2016, provenienti da collezioni pubbliche e private, europee e americane.

4)TITOLO: “Ulisse. L’ arte e il mito” 

Forlì, Musei San Domenico, 15 febbraio – 21 giugno 2020

TEMA    : Il mito di Ulisse raccontato attraverso capolavori di ogni tempo: dall’antichità al Novecento, dal Medioevo al Rinascimento, dal naturalismo al neoclassicismo, dal Romanticismo al Simbolismo, fino alla Film art contemporanea. Una mostra davvero unica nel suo genere.

5)TITOLO: “Memoria e passione. Da Robert Capa a Ghirri. Capolavori dalla Collezione Bertero” 

Torino, CAMERA – Centro Italiano per la Fotografia, 20 febbraio – 10 maggio 2020

TEMA: Straordinaria mostra fotografica, con le immagini più significative della Collezione Bertero, raccolta unica in Italia per originalità dell’impostazione e qualità delle fotografie presenti. Tra le oltre 200 opere in mostra, scatti dei più grandi maestri della fotografia, da Gabriele Basilico a Gianni Berengo Gardin; da Robert Capa a Lisetta Carmi ed Henri Cartier-Bresson.

6)TITOLO : “Raffaello” 

Roma, Scuderie del Quirinale, 5 marzo – 2 giugno 2020
Scuderie del Quirinale, Via XXIV Maggio 16, Roma
https://www.scuderiequirinale.it

TEMA: Trascorso l’anno del cinquecentenario di Leonardo da Vinci, il mondo dell’arte si prepara ad assistere a quello dedicato ad un altro grande artista rinascimentale: Raffaello Sanzio. 

Le Scuderie del Quirinale di Roma, con ben duecento capolavori tra dipinti, disegni ed opere di confronto, (almeno 100 firmati dal maestro urbinate), celebrano con una maxi mostra monografica Raffaello Sanzio a 500 anni dalla sua scomparsa, avvenuta a Roma il 6 aprile 1520 all’età di appena 37 anni. mentre la Galleria Nazionale dell’Umbria di Perugia (dal 3 ottobre al 10 gennaio 2021) esporrà sette copie perugine della “Deposizione Baglioni”, dipinta nel 1507 per l’altare di famiglia nella chiesa di S. Francesco al Prato e fatta rubare da Scipione Borghese nel 1608.

7)TITOLO :  “Polittico Griffoni di Francesco del Cossa ed Ercole de’ Roberti” 

Bologna, Palazzo Fava. Palazzo delle Esposizioni, 12 marzo – 28 giugno 2020

TEMA: È davvero un evento straordinario quello che si celebra a Palazzo Fava; la ricostituzione di uno dei massimi capolavori del Rinascimento italiano che torna a splendere nella sua integrità a 550 anni dalla sua realizzazione e 300 dalla sua  disgregazione, in un’esposizione che per la prima volta ne riunisce tutte le parti esistenti ( 16 tavole ) , grazie agli straordinari prestiti di tutti i Musei proprietari ( nove musei internazionali )

8)TITOLO : “Sfida al Barocco. Roma Torino Parigi 1680 – 1750” 

Torino, Reggia di Venaria Reale, 13 marzo – 14 giugno 2020 

TEMA: Oltre 200 capolavori provenienti dai più prestigiosi musei e collezioni di tutto il mondo per una mostra imperdibile, allestita nei grandiosi spazi della Citroniera Juvarriana.
Un’ appassionante e sorprendente percorso alla ricerca di un’identità moderna, con la sperimentazione di nuove forme e nuovi linguaggi di comunicazione elaborati tra il 1680 e il 1750 tra Roma, Parigi e Torino

9)TITOLO:  “Prima Donna. Margaret Bourke-White fotografa” 

Milano, Palazzo Reale, 18 marzo – 28 giugno 2020

TEMA: Milano celebra una retrospetiva su Margaret Bourke-White, che e’ stata la prima coirrispondente di guera e tra le figure più rappresentative ed emblematiche del fotogiornalismo. Lo fa attraverso una selezione inedita delle immagini più iconiche (provenienti all’archivio Life di New York) realizzate nel corso della sua lunga carriera. 

10)TITOLO: “De Pisis” 

Roma, Museo Nazionale Romano. Palazzo Altemps, 20 marzo – 20 giugno 2020

TEMA: Dopo la tappa milanese al Museo del Novecento (autunno 2019), arriva a Roma la retrospettiva dedicata a Filippo de Pisis (Ferrara, 11 maggio 1896 – Brugherio 2 aprile 1956), , uno tra i maggiori interpreti della pittura italiana della prima metà del Novecento.

La mostra restituisce la sensibilità pittorica dell’artista ferrarese e il suo ruolo di protagonista nell’esperienza della pittura italiana tra le due guerre.

11)TITOLO: “Rare Pitture. Da Guercino a Mattia Preti a Palma il Giovane”  

Carpi, Modena, Pinacoteca di Carpi /Musei di Palazzo dei Pio, 3 aprile – 21 giugno 2020

TEMA: Una selezione di grandi tele del museo carpigiano, esemplificativa della pittura emiliana del tardo Cinque-Seicento, con dipinti di autori quali Ludovico Carracci, Guercino, Guido Reni, a cui si aggiungerà una serie di quadri di scuola emiliana e veneta del XVI e XVII secolo che ripropongono, talvolta attraverso copie coeve di grande qualità, le opere più celebri dei pittori di scuola bolognese, ma anche del Correggio e di Giorgione, oltre ad autentici capolavori

12)TITOLO:  “Marc Chagall “anche la mia Russia mi amerà” 

Rovigo, Palazzo Roverella, Via Giuseppe Laurenti, 8/10. Dal 4 aprile al 5 luglio 2020. www.palazzoroverella.com

TEMA: Al Palazzo  Roverella sarà ospitata una  importante esposizione  monografica su Marc Chagall (Lëzna, 1887–Saint-Paul-de-Vence, 1985).

Si potranno ammirare oltre cento opere di cui circa 70 sono i dipinti su tela e su carta insieme alle due splendide serie di incisioni e acqueforti pubblicate nei primi anni di lontananza dalla Russia, la cui cultura popolare ebbe una significativa influenza sull’opera di Chagall . Infatti, i capolavori esposti sintetizzano bene l’influenza della tradizione e dell’iconografia russa sui dipinti dell’artista .

Il distacco doloroso e i sentimenti di lontananza sofferti dall’artista , dopo il suo trasferimento da San Pietroburgo a Berlino, sono ben descritti in una raccolta di 20 tavole “Ma Vie”. 

13)TITOLO:  “Vittore Carpaccio. Dipinti e Disegni”

Venezia , Palazzo Ducale, Appartamento del Doge, Piazza San Marco, 1, Venezia Dal 10 ottobre 2020 al 24 gennaio 2021

TEMA: Vittore Carpaccio (Venezia, 1465 circa–Capodistria, 1525/1526) rappresenta la grandezza e lo splendore di Venezia .L’artista è celebre soprattutto per i suoi cicli di dipinti narrativi e religiosi. L’esposizione presso il Palazzo Ducale di Venezia e’ realizzata in co-produzione con The National Gallery di Washington ,e traccerà, in termini sia tematici che cronologici, lo sviluppo della pittura carpaccesca

14)TITOLO: I MARMI DELLA COLLEZIONE TORLONIA A ROMA “The Torlonia Marbles. Collecting masterpieces”

Roma, Musei Capitolini a Palazzo Caffarelli, piazzale Caffarelli, 4 aprile-10 gennaio 2021

TEMA: Presso la nuova sede espositiva dei Musei Capitolini a Palazzo Caffarelli di Roma Capitale, saranno esposti al pubblico, in una grande mostra a Roma, novantasei marmi della collezione Torlonia

15)TITOLO:  13. “Robert Doisneau” 

Rovigo, Palazzo Roverella, Via Laurenti 8-10 .Dal 26 settembre 2020 al 31 Gennaio 2021

TEMA: Negli spazi del Palazzo Roverella sara’ dedicata la retrospettiva a uno dei principali esponenti della fotografia francese Robert Doisneau ( Gentilly , 1912 – Montrouge, 1994). 

In mostra anche la piu’ celebre delle fotografie di Doisneau, “Il bacio“ (Le Baiser de l’Hotel de Ville). Robert Doisneau descriveva la sua personale visione del fare fotografia con queste parole: “il fotografo deve essere come carta assorbente, deve lasciarsi penetrare dal momento poetico. La sua tecnica dovrebbe essere come una funzione animale , deve agire automaticamente“

16)TITOLO:  “Pop Art” 

Milano, Palazzo Reale, da ottobre a Febbraio 2021 (date da definire)

TEMA: La mostra “Pop Art” torna a celebrare l’arte americana di questo straordinario movimento artistico nato nel regno Unito e negli Stati Uniti tra la fine degli anni ’50 e l’inizio degli anni ’60.

La mostra milanese, partendo dal Dadaismo di Marcel Duchamp e dalla Metafisica di Giorgio De Chirico  – con un’attenzione sul decennio che va dalla fine degli anni Cinquanta fino a tutti gli anni sessanta – ripercorre la storia, che ha visto tra i suoi protagonisti gli artisti più conosciuti e apprezzati della nuova scena americana e internazionale, da Andy Warhol a Roy Lichtenstein.

17) TITOLO: “Giambattista Tiepolo. Dagli anni della sua formazione all’affermazione internazionale”

Milano, Gallerie d’Italia-Piazza Scala, Piazza della Scala, 6, Milano, dal 29 ottobre 2020 al 21 marzo .2021 

TEMA: In occasione del 250° anniversario del grande artista veneziano Giambattista Tiepolo (Venezia, 1696–Madrid, 1770) si terrà a Milano una sua mostra che ripercorre le tappe dalla sua formazione a Venezia all’affermazione internazionale durante la sua permanenza alle corti delle cita’ di Dresda, di Würzburg ed infine di Madrid, dove ha concluso la sua vita.

 

di Mattia Fiore

Print Friendly, PDF & Email