Umbria – L’attesissimo evento “Il settembre della rete” vede il Trasimeno legato al filo e alle antiche tradizioni del merletto e del ricamo. Oltre allo storico comune di Panicale, da anni rinomata location per la Mostra Mercato Internazionale del ricamo e del merletto, quest’anno anche i comuni di Magione e Tuoro sul Trasimeno sono coinvolti per una completa promozione del territorio da rilanciare in una fitta rete di relazioni internazionali sui mercati europei ed extraeuropei.

Tradizione rinnovata, bellezze naturalistiche, ambientali e culturali intrecciate ad un’economia moderna che vuole far conoscere il Trasimeno e le sue eccellenze in Europa e nel mondo. Questo il senso delle attività che si terranno dal 10 al 17 Settembre nelle tre cittadine lacustri con la regia del Gal Trasimeno-Orvietano e che vede la ‘Rete’ quale sinonimo d’intreccio.

Di grande importanza la presenza di delegazioni straniere provenienti dall’Irlanda, dalle Isole Canarie, dal Portogallo, dalla Russia e dalla regione della Yakutia che parteciperanno a tutte le iniziative e alle quale sarà presentato il territorio umbro, per l’intera settimana.

Testimonial d’eccezione de “Il Settembre della Rete” sarà lo stilista Santo Versace, rimasto colpito ed affascinato dai ricami, dai pizzi e merletti del Trasimeno.

Grazie a queste attività il GAL è riuscito a fare rete mantenendo vive le tradizioni del territorio umbro. “Infatti, – ha spiegato il Vice Presidente del Gal, Valter Sembolini, presente anche in veste di Presidente della Cooperativa Pescatori del Trasimeno – le donne che si occupavano del ricamo erano e sono le mogli dei pescatori, hanno una storia millenaria alle loro spalle, per questo occorre mettere in rete tutte le nostre eccellenze e fare promozione a 360 gradi”.

Un’iniziativa che, per il suo carattere internazionale mitiga gli effetti negativi che la regione ha subito dopo il terremoto ed è per questo motivo che si promuove l’intera area e non un solo comune attraverso iniziative culturali e benefiche per i territori colpiti dal sisma.

Il direttore del GAL Trasimeno-Orvietano, dott.ssa Francesca Caproni, non manca di precisare quanto siano stati complicati i lavori ma che, finalmente, hanno portato i meritati frutti con le eccellenti iniziative proposte e messe in campo e di seguito descritte. 

Istituzioni, imprese e territorio, tutti coinvolti in un processo d’internazionalizzazione quale volano di sviluppo e crescita economica e sociale. Tutti uniti, partner istituzionali con imprenditoriali locali e delegazioni straniece, imprese dei settori del tessile, dei prodotti tipici agro-alimerntari, del sociale, istituzioni di ogni ordine e grado, Università, CCIAA, l’Accademia delle Belle Arti, Istituti scolastici e altri per condividere un progetto e portarlo avanti insieme, in sinergia

Prima data importante, domenica 10 settembre con la perla nel Trasimeno “Isola Maggiore e il suo pizzo d’Irlanda incontrano l’Europa e si aprono al mondo”, una giornata interamente dedicata a questa antica tradizione che la marchesa Guglielmi importò da quel lontano paese agli inizi del secolo scorso. Mostre, iniziative ricreative tradizionali e soprattutto un convegno dedicato alla “Via Europea del Merletto e del Ricamo”, un progetto di cooperazione internazionale tra i Gal Europei che tende ad essere occasione di promozione dei territori e dell’artigianato di qualità. La giornata sarà allietata da musiche e spettacoli tipici umbri ed Irlandesi.

Giovedì 14 settembre l’appuntamento sarà invece a San Feliciano, presso il Museo della Pesca, per una tavola rotonda con Istituzioni, delegazioni straniere, università, istituti d’arte e di moda e imprenditori, al fine di implementare un progetto d’internazionalizzazione delle imprese. Sarà anche l’occasione della mostra del Filet di San Feliciano e della presentazione della pesca tradizionale al Trasimeno e delle sue eccellenze culinarie.

Dal 15 al 17 settembre torna a Panicale, la terrazza più bella del Trasimeno, la V edizione di “Fili in Trama”, mostra internazionale del merletto e del ricamo con un calendario ricco di eventi legati al mondo del ricamo e non solo. Quest’anno annovera 78 espositori che rappresentano tutte le regioni d’Italia e ben sei paesi europei e non, le quattro delegazioni del Gal (Irlanda, Russia, Portogallo e Isole Canarie) oltre a Francia e Germania che saranno presenti solo a questo appuntamento. A Panicale un ricco programma di eventi culturali accompagnerà i tre giorni della mostra. Le delegazioni straniere saranno rappresentate anche da importanti rappresentanti dei relativi stati e sarà quindi questa l’occasione anche per l’Italia di coinvolgere alti livelli istituzionali.

Il Settembre della Rete ha inoltre il patrocinio dell’ambasciata d’Irlanda, della Provincia di Perugia e del Touring Club Italiano.

Per maggiori informazioni, rivolgersi all’Ufficio Stampa:
Silvia 329 6196611
Barbara 333 3226784

Print Friendly, PDF & Email