Turismo, Lopa: “Necessario sostenere le destinazioni turistiche italiane”

177

È di stamane il comunicato della Consulta Nazionale per l’Agricoltura e Turismo nel quale Rosario Lopa afferma: “È quanto mai necessario e opportuno in questa fase di ripartenza post crisi da covid-19 sostenere le destinazioni turistiche italiane, come la Campania e la sua Città Metropolitana come tutte le località culturali artistiche e paesaggistiche della nostra Nazione nei confronti del mercato internazionale ma anche di quello interno. Il rilancio del Turismo e del comparto HO.Re.CA. e di tutte le imprese che lo animano deve essere uno degli obiettivi strategici per le immediate e future politiche di rilancio socio/economico del territorio, anche per questo considero non solo preziosi e fondamentali gli incontri di questo fine settimana alla BMT di Napoli, alla Mostra d’Oltremare, con tutte le imprese del Turismo, per i quali ringrazio tutti gli operatori del settore, ed in particolare il Patron, Angelo De Negri della Progecta, per aver voluto con entusiasmo e tanti sacrifici organizzativi, visto il particolare momento, dare dei suggerimenti importanti per il rilancio della nostra Terra. Dovremo sempre di più fare sistema, non emarginarci, soprattutto a livello di ricettività turistica e offerta di servizi di qualità, all’interno dei nostri territori ristretti, ma integrarci, e non solo sul piano regionale, ma nazionale e oltre confine: solo così le nostre imprese godranno dei benefici degli scambi e dei flussi turistici, in costante ripresa nelle nostre Terre e nel nostro Paese, terre di Cultura, Paesaggio, Bellezza, e un patrimonio Agroalimentare senza paragoni. L’impegno per il Turismo, deve essere la risposta più razionale, e organica possibile alle esigenze di sostegno di un settore che ha bisogno di interventi non solo urgenti, ma anche strutturali e a medio lungo termine. Il Turismo, è uno dei pochissimi settori in questo momento in grado di fronteggiare le conseguenze più negative della crisi sanitaria/economica mondiale. E’ quindi quanto mai necessario e opportuno, ora, sostenere le destinazioni turistiche italiane, come la Campania e come tutte le località culturali, artistiche e paesaggistiche della provincia e della Regione intera nei confronti del mercato internazionale e interno, anche con misure straordinarie: ad esempio il dilazionamento dei contributi previdenziali delle imprese turistiche, mantenendo contemporaneamente i livelli di occupazione, vi è anche quella di poter stanziare risorse straordinarie a favore del settore turistico che consentano di coprire i costi dell’eccesivo ritardo della programmazione estiva, causa Covid-19 e della relativa mancanza di liquidità, oltre a nuove campagne di comunicazione promozione del nostro territorio e dei servizi annessi. In questo modo si metterebbe a disposizione delle imprese e dei lavoratori del comparto uno strumento utile e concreto per affrontare una crisi che per molti aspetti ricorda quella che la città di Napoli visse negli anni ’70 con l’epidemia del colera”.

È quanto dichiarato oggi, nella giornata conclusiva della Borsa Mediterranea del Turismo, dal Portavoce della Consulta Nazionale per l’Agricoltura e Turismo.

Pubblicità

di Redazione Informare

Print Friendly, PDF & Email
Pubblicità