sinner rotterdam

Trionfo Sinner anche a Rotterdam: battuto De Minaur. Da domani sarà il n°3 del mondo

Donato Di Stasio 18/02/2024
Updated 2024/02/18 at 9:16 PM
4 Minuti per la lettura

Jannik Sinner vince il suo secondo torneo dall’inizio dell’anno. Dopo il primo successo in uno slam, arrivato alcune settimane fa a Melbourne e in rimonta contro Daniil Medvedev, il 22enne di San Candido si riconferma nell’Atp 500 di Rotterdam, battendo in finale Alex De Minaur con un secco 2-0 (7-5 6-4) e diventato anche sulla carta il tennista italiano più forte e vincente di sempre, sia per tornei Atp vinti che per posizione nel ranking mondiale. Da domani, infatti, l’altoatesino supererà proprio Medvedev nella classifica e sarà il nuovo numero tre del mondo, portandosi a circa 900 punti di distanza dalla seconda casella occupata da Carlos Alcaraz.

Vittoria Sinner a Rotterdam: contro Monfils e De Minaur i match più combattuti

È stato un Sinner diverso quello della versione indoor di Rotterdam, decisamente meno “spumeggiante” rispetto alla perfezione ed alla brillantezza toccate durante tutto l’Australian Open. Ma quel che conta alla fine nello sport sono soprattutto i risultati e i numeri: anche in Olanda il tennista italiano ha battuto tutti, in successione van de Zandschulp, Monfils, Raonic, Griekspoor e De Minaur, perdendo soltanto un set contro il 37enne francese nella partita forse più dura dell’intero torneo. Il servizio non ha fruttato lo stesso numero di punti conquistati a Melbourne e la percentuale media di prime palle di tutti match è stata più bassa se paragonata a quella raggiunta in terra australiana, ma, quando c’è stato da piazzare e mettere a segno colpi decisivi, Jannik ha risposto sempre presente.

Oltre alla finale, è stata la partita contro Monfils quella più combattuta del torneo per Sinner, l’unico in grado di strappare un set all’altoatesino. Sette sconfitte invece per De Minaur in altrettante partite disputate contro l’italiano, diventato ormai una vera e propria bestia nera per il numero uno australiano. Nell’ultima finale tra i due prima di oggi giocata a Toronto, dove Sinner conquistò il suo primo titolo 1000, non c’era stata praticamente storia: dopo un primo set disputato quasi ad armi pari, il secondo era volato via liscio. A Rotterdam, invece, De Minaur ha venduto cara la pelle, dimostrando di essere in un periodo di forma straordinario, ma neanche questo è bastato per avere la meglio su Jannik.

Sinner è il nuovo numero°3 del mondo

Da domani Jannik Sinner sarà il nuovo numero tre del mondo, superando di fatto Daniil Medvedev. È la prima volta che un tennista italiano riesce a posizionarsi così in alto in classifica, almeno dall’introduzione del computer nel 1973. Un obiettivo che soltanto dodici mesi si pensava potesse essere irraggiungibile, e che ora sembra addirittura stretto se si valuta l’eccezionale momento che il 22enne di San Candido sta attraversando, ancora imbattuto nel 2024 e arrivato alla 17esima vittoria consecutiva. L’ultima sconfitta di Sinner risale al 19 novembre scorso nella finale delle Atp Finals di Torino contro Novak Djokovic. Dopo la premiazione olandese di oggi, il prossimo step è già stato fissato: si chiama Carlos Alcaraz, distanza 900 punti.

Condividi questo Articolo
Lascia un Commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *