Trenitalia lancia l’hashtag #RiparTIAMOItalia

52
informareonline-trenitalia-2

4 maggio la famosa data che segna il passaggio dalla fase 1 alla nuova fase 2. Gli italiani sono pronti a ripartire. Le abitudini non saranno certe le stesse di prima, cambierà infatti anche il modo di viaggiare in treno.

Trenitalia lancia l’hashtag #RiparTIAMOItalia.

Un piano per la messa in sicurezza di tutti i passeggeri a bordo.  Il nuovo regolamento è rigoroso: igienizzanti nei vagoni, posti a macchie di leopardo, mascherina obbligatoria e biglietti nominali per chi viaggia su Frecce e Intercity. Inoltre la prenotazione sarà obbligatoria.

Un’iniziativa che necessariamente stravolge il modo di viaggiare. Trenitalia offre un servizio utilizzato ogni giorno da milioni di cittadini, dunque la società deve garantire un maggiore livello di sicurezza sanitaria. Inevitabilmente, per un adeguato distanziamento, su Frecce ed Intercity ci sarà una riduzione del 50% della capienza massima con una prenotazione posti “a scacchiera”. Sarà possibile essere avvisati, nel caso in cui si sia condiviso un viaggio con un passeggero risultato successivamente positivo al virus.

Treni regioni e stazioni

Per i treni regionali, i biglietti resteranno non nominativi e senza prenotazione di posto. Saranno, ad ogni modo, predisposti a macchia di leopardo, con le indicazioni dei posti da lasciare liberi. A bordo, monitor, locandine e diffusori audio, spiegheranno i comportamenti individuali da tenere durante il viaggio. Per le stazioni invece, saranno delimitati percorsi a senso unico per separare i flussi dei viaggiatori in entrata e in uscita, in modo da distribuire le persone e evitare assembramenti.

Kit protettivi per il personale, dispenser con gel igienizzante sui treni e nelle stazioni, dotazione di termoscanner , iniziative da adottare in presenza di casi sospetti, campagna di comunicazione e sensibilizzazione sulle norme di prevenzione, cicli intensi di pulizia e sanificazione di tutte le aree di lavoro, sosta e viaggio. Trenitalia si è ben organizzata per far ripartire gli italiani, raccomandando il rispetto delle norme e delle prescrizioni di sicurezza. L’hashtag è partito, pronti per la fase 2.

di Pasquale Di Sauro

Print Friendly, PDF & Email