Tre nuovi centri Asl

Tre nuovi centri presso l’Asl Napoli 3 Sud

Giovanni Terzi 26/09/2022
Updated 2022/09/26 at 12:20 PM
2 Minuti per la lettura

L’Asl Napoli 3 Sud ha attivato tre ulteriori nuovi centri per l’assistenza diabetologica presso Volla, Boscotrecase e Castellammare di Stabia.

Le suddette nuove strutture nascono sulla base del Decreto di giunta regionale della Campania del 2020. Il Decreto individua il fabbisogno dei centri di assistenza diabetologica sul territorio regionale: uno ogni 4.000 pazienti.

Come sono composte le strutture?

Le strutture sono dotate di personale medico ed infermieristico, oltre che delle necessarie strumentazioni tecnologiche. Inoltre, le stesse sono dedicate principalmente alla prevenzione e alla cura delle complicanze secondarie della malattia diabetica, grazie alla presenza di branche specialistiche come cardiologia e oculistica.

Nell’Asl Napoli 3 Sud i pazienti diabetici sono circa 60mila su una popolazione di un milione e centomila abitanti. Si stima però che molti soggetti seppur diabetici restano ancora sconosciuti alle istituzioni sanitarie.

Il nuovo direttore generale aziendale Giuseppe Russo è consapevole del forte impatto sociale ed economico della patologia. Difatti, fin dai primi giorni dall’insediamento ha inteso imprimere un’accelerazione all’attivazione di nuovi centri diabetologici per meglio rispondere alla domanda di assistenza.

Le parole del direttore generale Giuseppe Russo

Giuseppe Russo si è espresso in merito con le seguenti parole:

«Altri tre nuovi centri saranno implementati nel corso dei prossimi mesi. L’obiettivo principale è ridurre le complicanze del diabete. Ricoveri ospedalieri impropri, invalidità, abbassamento della qualità della vita, costi eccessivi per il Servizio sanitario nazionale. Con l’apertura delle nuove strutture, che si affiancano ai centri di prevenzione già operanti in tutti i distretti aziendali, 11 già attivi, 4 privati accreditati e 7 pubblici, 3 attivati in questi giorni e altri 3 da costituire, in totale saranno 17 centri in tutta l’Asl. Con quota dotazione intendiamo imprimere una svolta decisiva alla prevenzione e alla cura del diabete».

Tutti i centri diabetologici aziendali sono dotati di strumenti medicali utili allo screening e alla prevenzione del piede diabetico responsabile di amputazioni è gravi invalidità.

Condividi questo Articolo
Lascia un Commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *