Tokyo, Simone Biles si ritira dai Giochi Olimpici: “Valgo più dei miei successi”

484
Informareonline-tokyo-simone-biles-si-ritira-dai-giochi-olimpici-valgo-piu-dei-miei-successi
Pubblicità

È il volto di una donna forte quello della ginnasta americana Simone Biles. Giovedì a Tokyo avrebbe dovuto partecipare al concorso individuale per difendere la medaglia d’oro vinta tra gli applausi ai Giochi olimpici di cinque anni fa, ma ha scelto di ritirarsi per preservare la propria salute mentale. Lo ha dichiarato con delle parole potentissime, dicendo che prendersi cura di se non è un segno di debolezza ma anzi dimostrazione di forza. “Soffro di twisties”, queste le parole della ginnasta.

Si chiamano così i “demoni nella testa” di Simone Biles. Nello slang della ginnastica sono il senso di vuoto, come una sensazione di galleggiare nello spazio, una perdita di consapevolezza della propria presenza, che colpisce gli atleti durante una prova sportiva. La 24enne, in lacrime, ha svelato le sue criticità e non ha accettato di nascondersi dietro uno stop per problemi fisici.

Pubblicità

Simone Biles ha lasciato le sue compagne durante la finale della gara a squadre della ginnastica artistica dopo un volteggio sbagliato. Non voleva compromettere la gara con altre “cavolate”, come ha definito elementi di rara potenza ed armonia diventati improvvisamente deboli e stonati. Lo ha fatto anche per non compromettere l’integrità fisica, in una disciplina dove sbagliare vuol dire schiantarsi al suolo invece che atterrare in piedi. Senza la testa, il corpo non risponde e ti mette in pericolo. Dopo aver letto le parole dell’americana, tantissime altre ginnaste hanno dichiarato di avere sofferto anche loro di “twisties”.

Simone ha dimostrato di avere il coraggio di non piegarsi alle aspettative pubbliche, onorando il proprio bisogno di tempo e spazio. Ha dimostrato di riconoscere che il proprio valore, il proprio talento appartengono solo a se stessa. Ha messo la sua storia a servizio del mondo, come tutti i giorni fanno altre survivors che scelgono di non tacere. L’americana ha voluto ringraziare tutti attraverso i social per il supporto e i tanti messaggi ricevuti. “L’amore e il sostegno che ho ricevuto – ha scritto – mi hanno fatto capire di essere più dei miei successi, cosa che non avrei mai creduto prima”. Un messaggio che a sua volta ha ricevuto tantissime risposte di affetto e vicinanza.

di Grazia Sposito

 

Print Friendly, PDF & Email
Pubblicità