A Napoli lo scorso 21 giugno si è svolta la presentazione di Ti aspetto: prima opera letteraria della scrittrice Barbara Buciunì.

A Napoli, in una sala Nugnes letteralmente gremita, alla presenza di numerose autorità pubbliche, lo scorso 21 giugno si è svolta la presentazione di “Ti aspetto”: prima opera letteraria della scrittrice Barbara Buciunì. Tra i relatori Maria Teresa Iervolino, docente presso il Liceo scientifico “Labriola” e scrittrice; Tiziana Minervini, insegnante nel medesimo liceo e musicista; Andrea De Carlo, professore di lingua e letteratura polacca presso l’università Orientale; Giovanni Passariello, responsabile editoriale presso la casa editrice Melagrana.

informareonline-ti-aspetto-presentazione

Bruno. Bruno è un uomo in crisi. Un adulto che si perde in mille relazioni, in mille situazioni di vita che alla fine non lo portano a niente. Bruno, un uomo contemporaneo, un uomo come tanti: pieno di mille cose, ma insoddisfatto, che si lascia trascinare, che vive senza un vero perché, fino a quando un giorno non incontra un ragazzino: Marco, che lo colpisce in maniera accidentale mentre gioca allegramente a pallone. Marco ha quindici anni. Marco fa simpatia a Bruno. Bruno rivede in Marco un po’ di sé, di quello che era. Marco invita Bruno a giocare, i due bevono una coca e chiacchierano della cotta del più giovane, della prima infatuazione. Bruno mediante Marco riaccende la scintilla, comincia un viaggio interiore, che lo porterà a ritrovare un giusto equilibrio. Dopo un profondo lavoro introspettivo, una volta restituito pienamente alla propria esistenza, Bruno incontra Maria. Maria è la donna della sua vita. La donna a cui è disposto veramente a dare, a dare tutto. La donna che con un sol gesto cancella via il ricordo di notti mondane e di sterili letti dove Bruno voracemente divorava solo carne; senza volere altro, senza risarcire, senza prendersi le proprie responsabilità. L’amore è una linea che tra salite e discese, tra avvicinamenti e allontanamenti, attraversa tutta la nostra esistenza; ma l’amore, quello vero, se siamo pronti, ci cambia, ci fa affrontare le nostre paure, ci fa evolvere.

informareonline-ti-aspetto-libri

informareonline-ti-aspetto-autrice
Barbara Bruciunì

Ti aspetto di Barbara Buciunì è tutto questo. Barbara nel suo romanzo pone l’accento sul dialogo interiore di Bruno. Un dialogo, ricco, complesso, articolato. Un dialogo che ricorda molto, come giustamente ha sottolineato durante il dibattito Tiziana Minervini, quello di Zeno Cosini, ma che per alcuni punti se ne distacca.

La storia di Bruno è una storia narrata con uno stile fresco, immediato. La storia di Bruno, come ci racconta l’autrice “E’ una storia raccontata da un singolo, ma è un racconto che riguarda tutti, tutti coloro che decidono di fare un lavoro su se stessi e che, indipendentemente dalla situazione in cui vivono o in cui si trovano, decidono di realizzare un’evoluzione”.

di Grazia Martin

Print Friendly, PDF & Email