dave clarke flava beach

The Red Baron al Flava Beach

Updated 2024/07/10 at 5:21 PM
3 Minuti per la lettura
Foto di International Talent

Quello del 29 giugno al Flava Beach è stato un evento da non dimenticare: grazie The Red Baron. Con l’organizzazione di International Talent, sono arrivati artisti come Roberto Capuano, Juliet Fox e Dj Jock, ma il vero ospite della serata è stato una delle leggende della musica elettronica ed in particolare della techno, Dave Clarke.

Il Flava Beach si riconferma la spiaggia degli eventi in Campania per eccellenza, accogliendo tutti gli amanti del genere ed offrendo un enorme spazio a tutti per ballare. La serata, cominciata alle 23 di sera che si è prolungata fino al mattino, ha fatto sentire tutti una grande famiglia unita dalla musica. Realtà del genere a CastelVolturno, ma in tutta la Campania, sono ciò di cui abbiamo bisogno per esprimere a gran voce quanto questa città abbia voglia di divertirsi diventando una grande comunità.

Dave Clarke è il padre della Techno

Conosciuto da tutti come Dave Clarke, il suo soprannome è The Red Baron ed è uno dei padri della musica elettronica. La sua passione per la musica nasce già da prima di fare il dj e quindi già da prima della techno. Il nostro Clarke era in realtà un musicista, componente di una band dove era il batterista. Ha dovuto poi rinunciare per un incidente. Ma la sua passione per la musica non poteva fermarsi lì.

La storia di Dave Clarke comincia negli anni ’80 e nel 1992 nasce la sua label, “Magnetic North“. L’evento del 29 giugno al Flava Beach non è stato solo importante in quanto evento musicale raro, ma soprattutto per i 30 anni di carriera nella musica del Red Baron. Senza mai scendere a compromessi con nessuno nel mondo della musica, Clarke ha festeggiato questo traguardo con la ristampa della serie “Red” e dell’album “Archive One”. Il tour internazionale di Dave Clarke continua ed il Flava Beach è stata una tappa che non dimenticheremo.

Grazie Flava Beach per The Red Baron

L’ospitalità di questa spiaggia campana si contraddistingue anche questa volta. Non è facile trovare uno spazio dove i giovani possano divertirsi e sentirsi anche liberi di esprimere le proprie preferenze musicali. Luoghi del genere permettono alla gioventù musicale di rinascere.

L’evento del 29 giugno è solo uno dei tanti che il Flava Beach ha offerto e offrirà ancora e noi attendiamo con ansia di partecipare al prossimo. Poter ascoltare artisti internazionali di questo calibro a casa nostra non è scontato e siamo veramente grati per questo.

Condividi questo Articolo
Lascia un Commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *