“Thanks for Vaselina”, Teatro Bellini: la Carrozzeria Orfeo colpisce ancora

Luisa Del Prete 18/01/2023
Updated 2023/01/19 at 4:39 PM
3 Minuti per la lettura

Arriva al Teatro Bellini di Napoli, uno degli spettacoli-cavallo di battaglia della compagnia Carrozzeria Orfeo: Thanks for Vaselina. In scena dal 17 al 22 gennaio 2023, con la drammaturgia di Gabriele Di Luca, per la regia di Gabriele Di Luca, Massimiliano Setti e Alessandro Tedeschi e con Gabriele Di Luca, Massimiliano Setti, Sonia Barbadoro, Pier Luigi Pasino e Carlotta Crolle.

Lo spettacolo in scena al Teatro Bellini di Napoli

Thanks for Vaselina: storie di vita dimenticate dal mondo

Storie di vita che si incontrano, si scrutano con scetticismo, si conoscono e si fidano, per poi barbaramente tradirsi in un mondo che già li aveva traditi. La scena si apre nell’appartamento del protagonista Fil, un cinico trentenne disoccupato, che coltiva all’interno grosse quantità di marijuana con l’amico Charlie, un animalista anch’egli senza lavoro.

Entrambi attraverso il commercio di marijuana vogliono tentare la fortuna in Messico, con l’aiuto della madre di Fil, Lucia, una donna con il vizio del gioco e del fumo. Un’idea apparentemente surreale, fin quando non arriva nelle loro vite Wanda, una ragazza obesa e dal carattere insicuro, che sarà indicata come colei che dovrà trasportare la droga oltre il confine.

Tutto sembra andare bene, fin quando non ritorna a casa, dopo 15 anni di assenza, il padre di Fil (e marito di Lucia) che nel frattempo è diventata Annalisa, una donna transessuale mentalmente plagiata dalle comunità religiose presso cui si era rifugiata in Messico dopo essere scappata da casa anni addietro.

Una storia che va man mano complicandosi, tra il ritorno del padre e le false partenze degli amici, mettendo in scena la cruda realtà dell’essere umano: non solo dimenticati e traditi dal mondo, ma anche fra loro stessi. Dinamiche che si susseguono velocemente e che immergono lo spettatore in un mix di emozioni.

Personaggi frustrati, sconfitti, ma ugualmente speranzosi nel futuro. Dialoghi leggeri, senza mai ricadere nella banalità e con un’impeccabile interpretazione di tutti gli attori in scena che trascinano lo spettatore all’interno della cruda realtà.

Dal linguaggio apparentemente un po’ grottesco, si cela un racconto fatto di sensibilità nascoste, problemi taciuti, incomprensioni mai sciolte. Dal forte impatto comunicativo, Thanks for Vaselina, come d’altronde anche gli altri spettacoli della Carrozzeria Orfeo, trasmettono con la giusta forza qualunque tipo di messaggio, seppur scomodo. Uno spettacolo nato dieci anni fa, ma nettamente precursore di un tempo ed attualissimo anche nei nostri giorni.

Carrozzeria Orfeo ci ha sempre abituati bene e, con questo spettacolo, ha fatto ancora una volta centro.

Condividi questo Articolo
Lascia un Commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *