Oggi vogliamo condividere con voi una piccola storia. Una piccola goccia nell’oceano dell’informazione ma che, siamo sicuri, sarà in grado di smuovere gli animi di chi legge. Protagonista di questa storia è un ragazzo che si è distinto per amare davvero il prossimo, senza distinzione di “razza”, attribuendo all’essere umano e agli animali lo stesso valore, lo stesso rispetto e lo stesso affetto.

Il nome di questo ragazzo è Giancarlo, da sempre colonna portante della nostra redazione, che un venerdì notte di febbraio, all’uscita da una discoteca di Aversa, ha notato un cagnolino smarrito. Il cucciolo vagava impaurito in un parcheggio. Nel guardarlo, Giancarlo nota che non si tratta di un randagio, troppo curato, e decide di salvarlo dalla strada portandolo a casa con sé. Il cucciolo si dimostra affettuoso e abituato a stare in casa. La mattina dopo il veterinario conferma quanto ipotizzato: il cane è “cippato”, quindi ha un padrone. Purtroppo non è possibile ottenere altre informazioni sulla sua identità, quindi il veterinario invita Giancarlo a presentare richiesta presso l’Asl più vicina.

Il lunedì seguente, il nostro eroe si presenta all’Asl e riesce ad ottenere i contatti della padrona del cucciolo.  È vero, non si tratta di una pratica ortodossa, ma le intenzioni erano pacifiche.

Senza perdere un attimo, Giancarlo contatta Margherita che non crede alle sue orecchie: aveva perso le speranze di ritrovare il suo Teo, scomparso da Marano a novembre. Dopo 3 mesi di separazione l’incontro è commovente tanto per i protagonisti quanto per coloro che assistono alla scena. Un incontro che abbiamo voluto condivide con voi, un incontro che emana gioia, affetto e gratitudine.

Perché vi raccontiamo questa piccola storia? Ce ne sono altre, tantissime altre, più commoventi, più esotiche, più rocambolesche. Vi raccontiamo questa storia perché è accaduta nella nostra redazione, ma soprattutto perché tocca le corde dei sentimenti e le fa vibrare, producendo melodie per il cuore. Si tratta della prova evidente di come una piccola attenzione sia in grado di portare felicità nelle vite delle persone (e degli animali). La nostra speranza è di aver toccato le vostre corde e che un giorno voi possiate toccare le corde delle persone che incontrerete.