La Campania, la città di Napoli
e il Teatro San Carlo
uniti in un evento straordinario di cultura e solidarietà

 

Il saluto della Direttrice Generale del Teatro San Carlo di Napoli

Il coronavirus ha interrotto bruscamente il rapporto con il pubblico e con tutti i lavoratori impegnati. Nonostante il lockdown e le difficoltà di una ripartenza con regole incerte e grandi incognite, il Massimo napoletano non si è mai fermato. La ‘Carmen’ è stata solo teoricamente interrotta, perchè il titolo e’ stato immediatamente riproposto nel cartellone della prossima stagione. Ora siamo tutti proiettati verso gli eventi unici di fine luglio 2020 a Napoli, in Piazza del Plebiscito.
Si può affermare che stiamo nuovamente attraversando un momento magico per il Teatro: le scelte illuminate del Sovrintendente Stephane Lissner e la sua volontà di riportare il San Carlo alle atmosfere degli anni ’50-’60, quando con la Scala gareggiava a strapparsi gli astri del belcanto, consolideranno la fama del Teatro all’estero.
I tre spettacoli previsti nell’ambito dell’evento Plebiscito 2020, cioè Tosca, Aida e la IX sinfonia di Beethoven, saranno arrichite da voci internazionali del calibro di Anna Nebrebko e Jonas Kaufmann.
Il mondo tornerà a guardare nella giusta dimensione il teatro lirico più antico che esista. Sarà anche una serata di solidarietà in quanto la prima serata della Tosca sarà dedicata a medici, infermieri ed operatori sanitari del comparto ospedaliero.
Al periodico Informare il mio personale ringraziamento per aver dato, ancora una volta, tutto lo spazio possibile ad un evento che merita di essere seguito in ogni parte del mondo.

La Direttrice Generale
Emmanuela Spedaliere

TOSCA
di Giacomo Puccini
DAL 23 AL 26 LUGLIO 2020

Il libretto deriva dal dramma “La Tosca” di Victorien Sardou, rappresentato per la prima volta il 24 novembre 1887 al Théatre de la Porte-Saint-Martin di Parigi, il cui successo fu legato soprattutto all’interpretazione di Sarah Bernhardt. È un melodramma in tre atti con libretto di Luigi Illica e Giuseppe Giacosa.
L’opera è ambientata nel 1789, dopo le prime vittorie di Napoleone nella prima campagna d’Italia, truppe francesi avevano occupato Roma e proclamato la Repubblica; ma allontanatosi Napoleone per la campagna d’Egitto, il presidio francese fu cacciato da Roma dall’esercito napoletano di Ferdinando IV di Borbone che spazzò via la Repubblica ed i suoi esponenti. Tosca incontrò da subito il favore del pubblico ben presto sedotto dal calore sensuale e dalla vitalità dei due protagonisti. Ricca di effetti scenici a forte tinte, di particolari realistici, di passioni elementari espresse da motivi energici e melodie impetuose. Dimenticato l’intimismo piccolo borghese della Bohéme, Puccini costruisce l’opera intorno alla figura negativa di Scarpia e crea una partitura ricca di sfumature dinamiche con frequenti indicazioni di piano e pianissimo in orchestra e un uso frequente dei “motivi ricorrenti” ovvero quelle melodie riconducibili ai vari personaggi. Il Direttore d’orchestra è Juraj Valčuha. Il Maestro del Coro, Gea Garatti. Il Direttore del Coro di Voci Bianche è Stefania Rinaldi. Gl interpreti sono di livello internazionale, infatti, Floria Tosca sarà interpretata dal grande soprano Anna Netrebko; Mario Cavaradossi sarà interpretato dal tenore Yusif Eyvasov e il barone Scarpia dal baritono Ludovic Tézier. L’Orchestra, il Coro e il Coro di Voci Bianche sono del Teatro di San Carlo.

AIDA
di Giuseppe Verdi
DAL 28 AL 30 LUGLIO 2020

Pur se commissionata dal viceré d’Egitto per festeggiare l’apertura del canale di Suez nel 1870, l’opera andò in scena solo l’anno seguente a causa della guerra franco-prussiana, che aveva ritardato la preparazione degli scenari e dei costumi in Francia. L’opera risponde agli stilemi del grand-opéra, di tradizione francese, con un impianto spettacolare senza però rinunciare ad un’intima e ben delineata descrizione psicologica dei personaggi. L’inconsueto “soggetto egiziano”, la solennità dei protagonisti, l’arcaica religiosità dell’atmosfera offrirono a Verdi l’occasione di fondere tradizione e rinnovamento e di mettere a frutto l’esperienza del Don Carlos. Alla popolarità di Aida hanno certamente contribuito pagine famose come la “Marcia trionfale” o romanze tradizionali come “Celeste Aida”. Il Direttore d’orchestra è Michele Mariotti.
Il Maestro del Coro è Gea Garatti.
Radames sarà interpretato dal grandissimo tenore Jonas Kaufmann.

IX SINFONIA
di Ludwig van Beethoven
30 LUGLIO 2020

La Sinfonia n.9 in re minore, Op. 125 “Corale”, non ha certamente bisogno di presentazioni. Il Direttore d’orchestra sarà Juraj Valčuha. Il Maestro del Coro è Gea Garatti. Gli interpreti saranno Maria Agresta, Daniela Barcellona, Antonio Poli e Roberto Tagliavini.
Orchestra e Coro del Teatro di San Carlo.

di Angelo Morlando

Print Friendly, PDF & Email