Informareonline-tam-tam-basket-la-svolta

Tam Tam Basket: la svolta!

Clara Gesmundo 02/12/2021
Updated 2021/12/02 at 12:01 PM
3 Minuti per la lettura

L’allenatore dell’Under 17, Armando Licursi, questa volta ci racconta l’ingiustizia vissuta dal Tam Tam in queste settimane in merito al Campionato Nazionale d’Eccellenza, dal suo punto di vista. Durante l’intervista scopriamo qualche curiosità sulla squadra e sulla sua passione trasformata poi in un lavoro.

«I nostri ragazzi sono nati in Italia» – afferma Licursi – «non hanno libero accesso al Campionato Nazionale solamente perché figli di genitori stranieri. Io questo però non lo capisco, perché spesso i grandi campioni italiani che conosciamo non sono nati nel nostro Paese, praticamente un controsenso».
Da quest’introduzione, si capisce quanto le regole sportive possano spesso risultare incoerenti. Ma la vicenda prosegue, poiché quest’anno il Tam Tam non poteva accettare un ennesimo rifiuto di partecipazione.

Si lotta, si fa ricorso, si denuncia l’accaduto sui social, ed è così che la società riceve, quasi inaspettatamente, l’appoggio e la solidarietà non solo del territorio di Castel Volturno, ma anche di tutti coloro che vedevano in questa storia un’ingiustizia nei confronti di milioni di ragazzi stranieri presenti in Italia.

L’allenatore continua: «Il coach Massimo Antonelli vuole solamente che i suoi allievi possano avere la possibilità di scendere in campo, in un contesto più ampio e complesso come il Campionato Nazionale». Questo poiché fino ad oggi il Tam Tam ha potuto prendere parte solamente al Campionato Regionale…il colpo di scena però si ha con l’intervento del Presidente del Consiglio Draghi, che ha aiutato la società ad avere una deroga che permettesse loro di giocare.
Una sorta di lieto fine a questa storia, ma si attende che le regole cambino in maniera permanente.

In merito alla squadra, Licursi ci dice: «I ragazzi hanno un vissuto problematico, spesso non sono seguiti dai genitori, con loro facciamo un grande sforzo per cercare di renderli sempre costanti nell’allenamento. Ho sempre trovato stimolante e costruttivo occuparmi di giovani e situazioni così delicate».

Quale sarà la strada per prepararsi a scendere in campo?

«Io vengo da quei campionati lì, cerchiamo di concentrarci sulla resistenza fisica anche perché abbiamo da recuperare purtroppo, e questo ci ha penalizzato, molteplici partite. I ragazzi non sono preoccupati, per loro il gioco è la cosa fondamentale, quindi sono solo emozionati e impazienti di iniziare».
Prima partita a Casapulla contro il “One Team”, squadra forte a parere del coach Licursi, mentre la prima in casa Tam Tam c’è stata il 24 novembre contro il Potenza.
Un augurio da parte dell’allenatore: «Crescere e non abbattersi mai!
Con il palazzetto nuovo si è formata anche una squadra femminile e questo dà speranza per un futuro colmo di nuove iniziative da intraprendere. Sono legato al Tam Tam e il mio aiuto non mancherà mai».

TRATTO DA MAGAZINE INFORMARE

N°224 – DICEMBRE 2021

 

Condividi questo Articolo
Lascia un Commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *