Informareonline-regi-lagni-angelo-morlando

Regi Lagni, disastro ambientale decennale

Articolo tratto da www.informareonline.com 2010 A seguito di una convenzione firmata il 22 giugno 2007 tra l’ARPAC e l’Istituto sull’Inquinamento Atmosferico del CNR (CNR-IIA) è stato prodotto recentemente un primo lavoro all’interno di un programma più ampio e inerente alla “Creazione di una struttura finalizzata alla gestione ed elaborazione di dati telerilevati per la tutela […]

Regi Lagni aggiornamento 19.05.2017: canale di bonifica o fogna a cielo aperto?

A seguito del sopralluogo di stamattina, 19 maggio 2017, ho ritenuto necessario pubblicare un video che documenta una situazione che richiede un intervento immediato. Il mio appello alle istituzioni politiche è rivolto al Presidente del Consiglio, al Ministro dell’Ambiente e relativi sottosegretari, all’on. Massimiliano Manfredi (presidente della commissione parlamentare sull’Ambiente), al presidente della Regione Campania, […]

Il recupero dei Regi Lagni, un’occasione mancata

Dalle antiche paludi del Clanio alle «paludi burocratiche» dell’Italia di oggi. Questa, in estrema sintesi, la parabola dei Regi Lagni, la cui storia è stata al centro di un incontro che si è tenuto lo scorso 7 aprile a Salerno, a cui ha partecipato, tra gli altri, il Commissario straordinario Arpac Stefano Sorvino. Occasione per […]

Anomalie termiche sui suoli dei Regi Lagni

Castel Volturno. Continua il lavoro dell’Associazione Officina Volturno per recuperare tutte le informazioni utili e riguardanti il nostro territorio. Avevamo già prodotto l’esito delle Analisi Termiche sulle acque. Adesso proseguiamo sui suoli, partendo dalla foce dei Regi Lagni, fino al confine tra Castel Volturno e Villa Literno. Nel 2007 è stata firmata una convenzione tra […]

Degrado Regi Lagni, un area di pregio in totale abbandono

E’ sabato mattina, 18 gennaio 2011. Siamo venuti alla foce del Lago Patria per raccogliere una denuncia di un residente: Sergio Gentili. Ci ha fornito una copiosa documentazione e gli promettiamo di costruire insieme a lui e a tanti altri interessati, una memoria storica di quanto è accaduto e di quanto accade. Prima di tutto […]