La Supercoppa va alla Juventus, al Napoli manca la forza di dimostrare di essere cresciuto davvero come squadra e come gioco

Finisce 2-0 per i bianconeri e la Supercoppa torna a Torino per la nona volta. Dopo il risultato straripante di domenica contro la Fiorentina, il Napoli avrebbe dovuto confermare gioco e carattere. Ieri sera è mancato qualcosa di importante, segno che la squadra ancora non è pronta alle reazioni. La costruzione bassa e una difesa traballante hanno gettato nello scompiglio tutti, abbiamo rigiocato quasi la stessa partita della finale di Coppa Italia  vinta ai rigori. L’errore dal dischetto di Insigne ha messo il sugello ad una prestazione piena di paure. Buona la prestazione in attacco: il portiere bianconero è stato sollecitato più di una volta, ma troppo altalenante il centrocampo.

Le nostre pagelle:

OSPINA – 6 Ha difeso bene la sua porta e lanciato Insigne. Spericolate le sue uscite ma non può fare molto su Ronaldo

DI LORENZO – 5 Dopo un primo tempo di costruzione e attenzione massima su Chiesa, nel secondo tempo se ne perdono le tracce

MANOLAS 5 Buono il primo tempo, ma Ronaldo gli dà filo da torcere. Sfortunato sul rimpallo che porta al gol

KOULIBALY 7    Un combattente fino al fischio finale. Merito suo e della sua concentrazione se il risultato non è stato più dilagante

MARIO RUI 5  Affrontato sulla velocità, perde l’avversario. Cuadrado non gli risparmia niente 85′ LLORENTE SV

DEMME 6  Corre e si spende, aiuta anche in difesa. Un buon primo tempo ma deve recuperare ancora 85′ POLITANO 6 – Entra nel finale creando scompiglio

BAKAYOKO 5  Affrontato palla al piede riesce anche ad arginare ma sulle palle lunghe si perde. Davvero impalpabile 67′ ELMAS 5 – Si muove senza troppa convinzione

LOZANO 7 Mette in difficoltà Szczesny che gli nega il vantaggio e fa impazzire le linee avversarie. Buona la sua prestazione

ZIELINSKI 5 Davvero poco efficace copre il campo da sinistra verso destra ma sono pochi i presupposti della pericolosità. Spento.

INSIGNE 4,5 Pessima serata per il capitano, non si fa vedere molto avanti e sbaglia il rigore del pareggio.

PETAGNA  5 Qualcosa lo ha trattenuto nella serata sbagliata, è mancato il gioco e la proposizione avuta nelle ultime gare 72′ MERTENS 6 – Si procura il rigore, non ancora al meglio della condizione

GATTUSO 5 Il suo Napoli non decolla, entra in campo con timore reverenziale e ne esce sconfitto nel punteggio e nei sentimenti. La costruzione bassa stavolta ha mostrato tutti i suoi limiti: forse il veleno non devono cacciarlo solo i giocatori. Abbiamo mancato di aggressività, e forse anche di orgoglio.

Print Friendly, PDF & Email