Superbonus Castel Volturno, proseguono i lavori a Fontana Bleu e sulle torri…

Antonio Casaccio 17/05/2024
Updated 2024/05/17 at 5:23 PM
3 Minuti per la lettura

Il Superbonus 110% è stata una delle legi più modificate, stravolte e affossate dai vari governi che si sono susseguiti. Avviato dal governo giallo-rosso (M5S e PD), ha subìto le prime strette con il governo Draghi per poi arrivare alle modifiche strutturali che sta portando avanti l’esecutivo guidato dalla premier Giorgia Meloni.

Il prossimo voto alla Camera dei Deputati ci dirà se l’agevolazione dovrà essere detratta in 10 anni – e non più in 4 – per le spese sostenute nel 2024-25. Le detrazioni IRPEF maturate dal 1° gennaio di quest’anno dovranno essere recuperate in 10 anni, con una retroattività della norma che alla fine è stata confermata.

Ma qual è la situazione di Castel Volturno? Iniziamo da una premessa chiave: i principali General Contractor presenti sul territorio sono Costruttori Normanni e la Edil Tekno Consulting Spa.

Fontana Bleu

Seppur si tratti di una delle leggi più svilite dal legislatore, a Castel Volturno convivono aspetti positivi e limitazioni della normativa. Nel primo caso è doveroso parlae di ciò che sta accadendo a Fontana Bleu.

In quell’area i lavori procedono abbastanza spediti e quasi tutti hanno superato il 70% delle opere previste. A questo punto inziano a vedersi i primi effetti benefici della legge: a Fontana Bleu gli edifici sembrano essere entrati in una nuova vita, in linea con modernità e gusto, oltre che a passo con la sostenibilità ambientale.

Una piccola rivoluzione che sta già cambiando il mercato immobiliare di quel complesso, come sottolineato da diversi proprietari e dall’amministratore Pasquale Scaringi. “Pensa che a Fontana Bleu appartamenti che prima si vendevano a 50-60mila euro, oggi sono schizzati anche oltre i 100mila euro” – afferma Scaringi.

Ed effettivamente, facendo un giro per il parco Fontana Bleu, lo scenario sembra esattamente questo. Le aziende hanno avuto la capacità economica di afforntare i lavori al parco, anche perché strutturalmente diversi da quelli delle torri.

Un tavolo sulle torri

Proprio per queste lo scenario è diverso. Da un anno ormai i lavori sono fermi nelle torri oggetto di interventi del Superbonus (Torre 6, Edifici 28-29 e Condominio Tigli).

Per queste abbiamo contattato la società Edil Tekno Consulting Spa, che sta aspettando la decisione a margine dell’iter normativo previsto per il nuovo decreto. Dato il momento di stallo, abbiamo proposto all’azienda di organizzare un tavolo informativo ed operativo presso la nostra Associazione Centro Studi Officina Volturno. Si tratta di un incontro aperto solo agli amministratori di riferimento, in cui a prendere la parola saranno i vertici della società per spiegare la situazione.

A margine del tavolo si pubblicherà un documento informativo sullo stato dell’arte e sulle possibilità operative del nuovo decreto. Finalmente importante lo spirito di collaborazione della società per dare risposte esaustive alla problematica.

Condividi questo Articolo
Lascia un Commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *