Sul territorio campano gli azzurri arrivano ai Play Off: parla Luigi Lauritano

49

In particolare parliamo della Junior Domitia, che quest’anno ha raggiunto un’importante obiettivo. Tenacia, bravura e ostinazione si sono rivelati fondamentali per arrivare ad un risultato vincente. In occasione abbiamo avuto modo di intervistare Luigi Lauritano, presidente della squadra.

Analizziamo dettagliatamente i match svolti nel corso di quest’anno, se potesse tornare indietro, come Presidente, farebbe qualche scelta diversa?

«Ci sono state diverse partite che mi hanno entusiasmato e reso felice indipendentemente dal risultato. La prima giocata, quella contro il Fondi, ci vedeva in campo dopo 6 mesi di inattività con un nuovo allenatore, una nuova dirigenza, ed un progetto improntato sui giovani, alcuni dei quali non avevano mai fatto la Serie B Nazionale. Quella partita fu giocata magistralmente e la vincemmo. Spesso è stato riconosciuto alla squadra il valore della prestazione. Se dovessi sceglierne una, però, opterei per quella del ritorno in terra lucana contro il Senise.

Pubblicità

Rincorremmo la squadra di casa per tutta la partita, negli ultimi 7 secondi segnammo il gol della vittoria, da quel momento abbiamo realizzato la possibilità di arrivare ai Playoff. La squadra, grazie a Mister Luigi Bernardo, si è sempre espressa su massimi livelli, sia tattici che tecnico/fisici. I risultati ottenuti non possono che confermare che rifarei tutto dalla prima all’ultima scelta».

L’obiettivo era la salvezza del titolo di B e la Junior Domitia riesce brillantemente ad arrivarci…

«Considerato il tipo di progetto, e le tante problematiche che ci hanno remato contro in quest’anno complesso, l’obiettivo primario della società è stato sempre quello di mantenere la categoria nazionale, arrivando ad una salvezza anche all’ultimo secondo dell’ultima giornata. Sono stato felicemente sorpreso, dalla professionalità che tutti hanno dimostrato nel progetto, la tenacia di raggiungere presto un obiettivo, cosa che abbiamo fatto a 6 giornate dal termine, il resto ormai è storia».

Per il prossimo campionato ci saranno dei nuovi “acquisti” per la squadra?

«Il prossimo anno, proveremo a trattenere i nostri giocatori ed inserire qualche altra pedina. Ora però siamo in procinto di andarci a giocare i Play Off con la prima squadra, ma anche la Coppa Italia Under 19, cosa che mi inorgoglisce poiché l’attenzione nei confronti dei ragazzi giovani, da parte nostra, è sempre massima».

di Clara Gesmundo

TRATTO DA MAGAZINE INFORMARE N°217

MAGGIO 2021

Print Friendly, PDF & Email
Pubblicità