SubTerranea, il fuoco dell’arte nel ventre di Napoli

Sabato 14 dicembre il Museo del Sottosuolo di Napoli ospiterà la mostra collettiva Subterranea

Seconda edizione per il festival delle arti SubTerranea, rassegna annuale di arti visive e performative in programma sabato 14 Dicembre a partire dalle 20:30 al Museo del Sottosuolo.

Una rassegna d’arte e un programma di spettacoli ricco e coinvolgente, sulla scia di una tematica, ‘Fuoco Sacro’,  che già da sola suggerisce movimento, calore e aggregazione, una scintilla divina d’ispirazione per tutte le arti. Esibizioni teatrali e di Modern Dance, arti aeree, circensi e musica  animeranno le affascinanti cavità sotterranee del Museo del sottosuolo, incantando il pubblico presente con una originale fusione di talenti.

Gli spettacoli

Tra gli spettacoli in programma sono previsti: il cerchio sciamanico di Sara Grillo, artista ed esperta in tecniche di meditazione, sciamanesimo e costellazioni familiari. Effettua un richiamo alle energie primordiali attraverso le vibrazioni del suono del suo tamburo sciamanico. Aerial District, compagnia di arti aeree e circensi, in una doppia performance che porterà i suoi acrobati a volteggiare negli spazi aerei della meravigliosa ‘sala Bianca’ e animerà, con le fiamme del suo fire show, l’immensa ‘sala delle riggiole’. Imperfect Movement diretto e coreografato da Valeria Papale, direttrice artistica del Movart Dance Studio presenta ‘Fire’ , anime danzanti che attraverso l’espressione corporea della modern dance esplorano le diverse emozioni generate dal fuoco.

Il gruppo TAMMORRASìA , compagnia decennale di canto popolare, con i suoi ritmi coinvolgenti porterà nel sottosuolo le più belle e trascinanti sonorità del nostro sud. Infine VirgiVee, artista hip hop che presenterà alcuni inediti del suo disco ‘La Rete’ in uscita sui digital stores da Gennaio 2020. Ci racconta del campo energetico che investe la ragnatela di legami e relazioni attraverso la denuncia degli abusi di potere a supporto dei diritti umani. Tutte le esibizioni concorreranno per il premio arti performative, ovvero l’opportunità di realizzare uno spettacolo interamente dedicato all’artista o gruppo più gradito dal pubblico.

Quasi 100 le candidature di artisti di ogni provenienza.

Gli artisti sisono lasciati ispirare dal suggestivo tema di quest’anno. Hanno presentato un ventaglio di proposte che spazia dalla pittura all’installazione,  scultura, video, fotografia e arte interattiva, regalando anche quest’anno al festival un respiro internazionale.

La mostra

 Le opere selezionate saranno esposte in una mostra collettiva. Il percorso articolato in tutti gli ambienti del Museo ed entreranno a far parte di un catalogo realizzato in partnership con Kairòs edizioni. Per gli artisti che concorreranno all’assegnazione del premio SubTerranea è in palio una menzione speciale recensita dalla scrittrice Ilde Rampino e una targa di merito.  I partecipanti sono stati selezionati da una giuria presieduta dalla Prof. Margherita Calò, presidente della F.N.I.S.M. nonché storica e critica d’arte. Insieme a  Vanna Veglia, ideatrice e Direttrice artistica del format; – Fortunato Danise, docente di tecniche pittoriche a palazzo Venezia e presidente del club UNESCO Napoli; – Gennaro Patrone docente di trucco teatrale ed effetti speciali, attore ed autore e infine dalle artiste – Raffaella Vitiello e Antonella Soria.

Un’immersione nell’arte  in tutte le sue declinazioni, non ultima quella enogastronomica, con degustazioni di specialità della cucina tradizionale partenopea a cura del Ristorante trattoria Calisandro e delle Cantine Carannante, azienda vinicola dal 1971, e la sponsorship di Marekiaro fresh & frozen seafood.

SubTerranea On Fire! un vero e proprio viaggio multisensoriale attraverso le Arti.

 

di Mara Parretta

Print Friendly, PDF & Email