“Stuprata” di Nadjia Kovalska

stuprata

“Stuprata” di Nadjia Kovalska é la poesia vincitrice tra gli autori stranieri all’interno del 4^ premio di poesia internazionale Ali e Radici, valutata da una giuria di esperti presieduta dalla dott.ssa Annamaria La Penna, funzionario del Servizio Sociale e caposervizio del Magazine Informare e dai giurati dott. Gianluigi Zeppetella, già Primario di Terapie del dolore e cure palliative, docente universitario e scrittore, dal prof. Michelangelo Giovinale, docente e direttore artistico di eventi di rilevo nazionale, dall’avv. Giuseppe Dessì, presidente nazionale dell’ANSPI, e da Luigi Troisi, poeta e presidente dell’Associazione “A casa di Massimo Troisi”, nonchè fratello del grande Massimo.

Vi proponiamo, di seguito, la prima classificata tra gli autori stranieri all’interno della sezione Adulti.

 

Stuprata da un destino sgarbato
E dopo gettata via.
Non ero per niente forte.

…ingenua, forse stupida.

Violentata da quell’asfalto bagnato

Che tuttora lo devo calcare.

Stuprata dal governo dei criminali.

Strappata dalla mia favola verde.

E forse con la terra straniera imparentata.

Ferita e schiaffeggiata, dallo sguardo di ogni Caino denudata.

Dalle donnacce perbene giudicata.

Stuprata con un buco nero al posto dell’anima.

Dall’inverno gelido congelata.

Dalla disperazione delle caldi sere d’estate

Sotto il cielo per tutti sdraiata.

Come una spudorata Gioconda

Dai viscidi sguardi toccata.

Stuprata dalle mie scelte sbagliate.

Marcata da ogni lacrima dei miei figli.

Che non era da me asciugata.

Rimasta con solchi profondi nel cuore.

E soltanto il vento aveva pietà di me…

Quando il mondo mi crollava addosso lui mi ha porso la spalla,

come fosse il titano buono.

E così non sono rimasta schiacciata…

Stuprata ma poi da lui sollevata.

Cullata tra le sue mani,

e ogni ferita leccata.

Baciata così a lungo che non ero più spaventata.

Rimasta sua per sempre,

perché per lui ero nata.

Stuprata ma vergine come un giglio

Fino a questa volta, quando lui mi aveva svestita

E messa sul palmo della mano,

baciandomi ogni respiro,

dolcissimo, forte, amata…

 

Nadjia Kovalska

About Redazione Informare

Magazine mensile, gratuito, di promozione culturale edito da Officina Volturno, associazione di legalità operante in campo ambientale, sociale e culturale.