Stretta per i fumatori

Stretta per i fumatori: nuove restrizioni sulle sigarette elettroniche e non solo

Redazione Informare 18/01/2023
Updated 2023/01/18 at 3:29 PM
2 Minuti per la lettura

L’intenzione del nuovo governo guidato da Giorgia Meloni è quella di produrre nuove azioni concrete sul tema della salute e della prevenzione. Nello specifico il ministro della Salute, Orazio Schillaci, intende applicare nuove restrizioni, per i fumatori. Come il divieto di fumo anche all’aperto e in presenza di minori e donne in gravidanza. Il tutto per arginare i danni alla salute collegati al fumo e intraprendere il cammino già avviato da tanti stati in Europa per la lotta al tabacco combustibile. Il governo italiano però, ha espresso la sua fermezza anche contro le sigarette elettroniche e simili, che rappresentano ugualmente strumenti portatori di danni alla salute.

Ministro Schillaci: “divieto di fumo anche all’aperto”

Il ministro della Salute Orazio Schillaci, ha confermato la linea del nuovo esecutivo in merito alla lotta al fumo, annunciando di rivoluzionare le regole del settore. In una audizione in Commissione Affari sociali della Camera, Schillaci ha annunciato che intende “proporre l’aggiornamento e l’ampliamento dell’articolo 51 della legge 3/2003 (legge Sirchia contro il fumo, ndr)il tutto per allargare il divieto di fumo in altri luoghi all’aperto in presenza di minori e donne in gravidanza”. Inoltre, intende “eliminare la possibilità di attrezzare sale fumatori in locali chiusi”.

Stretta per i fumatori: divieto di fumo applicato anche alla sigaretta elettronica

Il ministro Schillaci ha poi sottolineato l’importanza della prevenzione e della capacità dello stato di fare rete, inoltre sensibilizzare sui temi concreti le nuove generazioni. Schillaci vorrebbe “estendere il divieto anche alle emissioni dei nuovi prodotti come sigarette elettroniche e prodotti del tabacco riscaldato ed estendere il divieto di pubblicità ai nuovi prodotti contenenti nicotina”.

“Vista la preoccupante diffusione di stili di vita non salutari, intendo affrontare la prevenzione e il contrasto del tabagismo, che è tuttora la principale causa di morbosità e mortalità prevenibile in Italia” per “conseguire l’obiettivo del Piano Europeo contro il cancro 2021 di creare una ‘generazione libera dal tabacco’, nella quale meno del 5% della popolazione consumi tabacco entro il 2040″.

Condividi questo Articolo
Lascia un Commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *