Strage di Capaci, Maresca: “È giunto il momento del coraggio!”

64
informareonline-catello-maresca
Pubblicità
“Oggi 23 maggio si ricorda la strage di Capaci nella quale persero la vita Giovanni Falcone, la moglie Francesca Morvillo, anche lei magistrato, e gli agenti della scorta Vito Schifani, Rocco Dicillo e Antonio Montinaro.
La memoria è l’unica salvezza. E oggi più che mai abbiamo l’obbligo di ricordare per continuare a combattere il cancro delle mafie, che sono ancora più pericolose di prima.
“La prossima battaglia che dovremo affrontare sarà quella per difendere l’istituto del carcere duro previsto dall’articolo 41 bis dell’ordinamento penitenziario”. Lo scrivevo l’anno scorso ed impietosamente Facebook me lo ha appena ricordato.
Lottare per evitare la cancellazione dell’ergastolo ostativo per i mafiosi e per conservare tutti gli altri strumenti di lotta alle mafie, volute da Falcone.
Lottare per rompere l’assordante silenzio sulle mafie e per elaborare strategie di prevenzione.
Lottare per scongiurare di tornare indietro 30 anni nella lotta alle mafie.
È giunto il momento del coraggio!”
Queste le parole di Catello Maresca, espresse con un post su Facebook.
Print Friendly, PDF & Email
Pubblicità