SPECIALE PREMIO – Nicolucci: “Investire nella cultura grazie ai nostri giovani”

78
informareonline-speciale-premio-nicolucci-investire-nella-cultura-grazie-ai-nostri-giovani
Pubblicità

Roberto Nicolucci, docente di Storia dell’arte moderna presso l’Università Marconi ha consegnato 6 borse di studio agli studenti dell’ISIS Vincenzo Corrado con 2 corsi di laurea gratuiti. Grande l’entusiasmo dei giovani ragazzi che sono stati premiati con questi importanti riconoscimenti: «Sono davvero felice di questo Premio e ringrazio tutto il corpo docenti, la Preside e l’Università Marconi per tutto questo» – così interviene uno dei giovani premiati. «Sono fiero di aver ricevuto questo riconoscimento e ringrazio la mia scuola per avermi dato questa possibilità» continua un altro giovane alunno.

L’impegno di studenti che si sono distinti in questi anni per media aritmetica non è solo un merito e un lustro personale, ma anche di un intero Istituto che sprona gli alunni nel dare sempre di più. Molto importante è anche l’incoraggiamento dell’Università Marconi che, con questi premi, stimola questa Eccellenza castellana a fare sempre del proprio meglio.

Pubblicità

Roberto Nicolucci, già direttore del master in Impresa e organizzazione per la valorizzazione dei beni culturali presso l’Università Mercatorum è anche critico d’arte oltre che acuto osservatore delle contrapposizioni che segnano il nostro territorio. La sua ricetta per il futuro è promuovere l’arte e la bellezza, per sensibilizzare nuove e vecchie generazioni al rilancio del territorio partendo dalla consapevolezza dell’immane patrimonio a nostra disposizione.

Castel Volturno è un territorio molto difficile e dalle grandi sfaccettature. Nel corso degli anni è stato un atto di coraggio resistere in questo paese che era in preda alla corruzione e al malaffare. Un premio, dunque, quello organizzato che punta alla rinascita del territorio e alla rivalutazione di organizzazioni che ci sono sempre state, hanno fatto la loro parte ed hanno combattuto in questa realtà.

La cultura è di fondamentale importanza per la crescita umana e sociale dell’individuo e, di conseguenza, del territorio. Lei perché ha scelto di essere qui? Qual è il messaggio che intende lanciare?

«Come Università mentiremmo se non confessassimo che oggi la nostra più grande soddisfazione è vedere unite le energie del mondo dell’Università e quelle del sociale. La cultura si fonda sulla convergenza di forze diverse. Castel Volturno sicuramente è ricca di eccellenze, Informare sicuramente è una delle tante eccellenze di Castel Volturno per cui per noi essere qui è un vero onore. Premiare i giovani meritevoli di un Istituto che tra l’altro porta il nome di Vincenzo Corrado, un grande cuoco, letterato e filosofo è veramente un piacere. La consegna delle borse di studio è veramente un gesto che noi abbiamo fatto con onore. Quindi essere equi non può che essere bello».

informareonline-speciale-premio-nicolucci-investire-nella-cultura-grazie-ai-nostri-giovani
Le giovani generazioni e le scuole come baluardo per sensibilizzare la formazione delle nuove coscienze. Il cinema, al contempo, come rilancio del territorio sia dal punto di vista paesaggistico e sia dal punto di vista della promozione artistica. Perché la voglia di investire sui giovani del territorio?

«La cultura, il cinema è una forma di cultura. In questi giorni con l’Università Marconi siamo presenti al Festival del Cinema di Roma perché crediamo molto in questa forma di cultura e non vi nascondo che partecipare, rivedere e rivivere l’emozione del buio in sala, della visione condivisa, del dedicare un’ora del proprio tempo ad una storia e stato molto emozionante e il cinema come del resto i libri, se guardati e letti con attenzione, si fa una parte di strada insieme all’autore. Il cinema come ogni forma d’arte è amore».

Oggi le borse di studio, per il domani lei ha intenzione di portare una parte della sua Università a Castel Volturno?

«La nostra Università è telematica e quindi per sua natura non ha barriere e non ha confini. Siamo a Castel Volturno e al contempo a Caltanissetta, a Bergamo e in qualsiasi altro posto d’Italia. Ovviamente sarà sempre più bello essere vicini fisicamente a queste realtà e quindi sicuramente ci impegneremo a farlo. E la nostra presenza qui oggi credo sia una prima forma di dimostrazione della nostra vicinanza al territorio».

Cinema ed Università: perché, nel 2021, investire ancora nella cultura?

«L’Italia dovrebbe vivere delle sue bellezze paesaggistiche e culturali: musei, chiese palazzi e tanto altro. Napoli in generale è ricca di tutto questo e quindi investire nella cultura e nell’arte e in tutto ciò che è bello sicuramente farà bene al nostro paese, a noi, ai nostri giovani. Quindi bisogna sforzarsi sempre di più».

di Raffaele Cecoro

TRATTO DA MAGAZINE INFORMARE

N°1 – SPECIALE PREMIO D’ECCELLENZA CITTÀ DI CASTEL VOLTURNO

Print Friendly, PDF & Email
Pubblicità