SPECIALE PREMIO. Mons. Gaetano Castello: “Il giornalismo d’inchiesta fatto con serietà è di grande qualità e valore”

Redazione Informare 15/12/2022
Updated 2022/12/14 at 11:05 PM
2 Minuti per la lettura

Di grande rilevanza la presenza della Chiesa nella cerimonia della seconda edizione del Premio d’eccellenza Città di Castel Volturno, come diffusore di messaggi di pace e legalità nei popoli. Mons. Gaetano Castello, Vescovo ausiliare dell’Arcidiocesi di Napoli, ha ribadito la necessità di un giornalismo di inchiesta approfondito per contrastare l’informazione superficiale, oltre che una spinta per dar forza ad un’uguaglianza tra i cittadini che non può più essere solo formale.

L’intervento sul palco di Mons. Gaetano Castello

«Ringrazio per queste testimonianze e soprattutto per la vostra, perché sappiamo il giornalismo d’inchiesta quanto sia delicato per diversi motivi: prima di tutto perché venite pagati malissimo, poi perché richiede un impegno grande di ricerca, mentre si sta diffondendo un tipo di giornalismo più superficiale. Il giornalismo d’inchiesta fatto con serietà, come voi fate, è di grande qualità e valore. C’è bisogno di un principio di giustizia condiviso: le persone sono uguali davanti a Dio perché sue creature. Allora tutti i progetti devono tener conto di aggiustamenti a seconda di quello che si intende per giustizia. “La giustizia per la fraternità”, come dice papa Francesco, che però si mostri poi nelle scelte. Il modello occidentale non è più al centro e gli altri a rimorchio: questo è il primo criterio sia per l’integrazione di quanti qui si trovano perché scappati o venuti a cercare un futuro migliore, sia tra i Paesi del mondo che dovrebbero cercare la giustizia con meno ipocrisia; ne stiamo vedendo le conseguenze anche con quanto è in corso».

Condividi questo Articolo
Lascia un Commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *